4.3.18

Per chi votare

Alla fine ho scelto il voto utile: il PD.
Aprendo la scheda ho trovato due partiti interessanti, in realtà, cui avrei potuto dare il voto, ma
alla fine ha prevalso in me il buon senso.

Resto comunque dispiaciuta di non poter essere libera di scegliere chi voglio davvero.
Il partito "Liberi e uguali" ad esempio mi piace.
Così come mi piace, di nome almeno, "Potere al popolo" o il vecchio e caro "Partito comunista".

Stavo pensando che anche se mi candidassi non risolverei nulla.
E anche se fondassi un partito tutto mio non cambierebbe nulla, perchè sarei inglobata e ingoiata dai maggiori. A meno che, non mi mettessi anche io a fare populismo come fanno certi partiti...scegliendo i candidati dal basso, così dicono... Altra delusione...

Le donne non vanno a votare: le domestiche potrebbero risollevare questo paese, le mamme dovrebbero votare per i loro figli. E invece le donne non vanno a votare. Poi vogliamo più potere: e che lo desideriamo a fare? Per cucinare meglio? Per comprarci vestiti o scarpe migliori?

Poi mi dicono perchè non faccio figli: come potrei mettere al mondo un bambino o peggio una bambina sapendo che è destinato a stare in una Italia marcia, che non ha valori, maleducata e ineducata; per non parlare del resto del mondo...malato e inquinato...

Sì, sono delusa e amareggiata e non sono pessimista, ma realista...

E oggi voglio essere così!

E Forza Napoli, tiè!

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page