29.10.10

"Uhm"

Sai quella sensazione,
direi familiare, di quando esci da un appuntamento importante,
in cui hai fatto delle domande, ma non ti hanno risposto come volevi,
dove ti hanno detto e non detto,
dove non è neanche chiaro se, quello che ti hanno detto,
voleva dire quello che intendi tu...

Quella sensazione che sente chi esce da quell'appuntamento importante
e si accorge di avere domande che credeva d'aver fatto
e invece non ha fatto e quindi si ritrova con domande
e nonrisposte...

ecco...

mi sento così....

Ho parlato con una persona che mi ha fatto domande dirette.
A cui ho risposto con risposte altrattanto dirette.
Quando io ho provato a chiedere chi/cosa/quale/come/perchè
mi è stato fatto un disegnino dal quale avrei dovuto capire
tutto.

La zuppa è sempre la stessa.
la gli ingredianeti della zuppa non lo sono affatto.

Ecco... mi sento come chi mangia un kilo di pop corn
e dopo 5 minuti ha ancora fame.
perchè si è accorto all'improvviso d'aver mangiato
pressocchè
aria.

Uhm.

Non mi resta che aspettare.

e pensare, dubitare, se la stessa zuppa,
mi vada bene o no.

certo è che a 40 anni
speravo di smettere di manguiare zuppe,...
ma le possibilità di raffinare l'assunzione di cibo
a breve termine
sembra buona... sembra... e dico sembra...

Quindi ecco...

un cazzo.

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page