22.12.10

"Finzioni"

oggi ci sarà la consegna del "pacco" natalizio
da parte della dirigenza.

Più che un dono,
mi sembra,
più che mai quest'anno,
un "pacco"...

Sono quindi indecisa sul:
- se andare a ritritarlo di persona o se farmelo portare dopo;
- se andare e chiedere la parola e dire che al posto del "pacco" avrei preferito una promessa: "di vederci tutti più sorridenti e sereni" ...
- se stare zitta e andare, prendermi il pacco e farmi i cazzi miei.

La terza opzione ovvio non mi tocca proprio.

Non andare non serve a niente.
Non si accorgerà nessuno della mia presenza.

La cosa migliore è andare e parlare e non prendere il pacco.
Certo, devo parlare.
Di fronte a un sacco di persone.
Inutili.
Ma pur sempre tante.

E a quanto pare oggi ci sarà anche
l'alta dirigenza. quella che conta.

Non parlare per me,
non dire che mi danno 12.000 euro all'anno
e me ne chiedono 2000 per restare iscritta ad uno dei loro corsi di laurea.

però dire che
nessuno sorride
e dire che siamo tutti scontenti
della mole di lavoro
e dello stipendio da fame che ci danno.

Non parlare per tutti
ma solo per me.

So già che mi vergognerò
e che non parlerò.

il pensiero di andare in mezzo alla mischia
mi fa orrore.

Eppure mi voglio ... voglio far presente che esisto.

Come posso fare?
:(

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page