30.11.11

"scene dalla mia vita"

esco da lavoro e sono a casa
mia
alle 18:45.

Dovrei andare in piscina
ma non mi va per niente.
Ho fame
voglia di un buon pezzo di pizza, ma vado a casa dritta.

Viene Mò e le faccio la tinta.
Sono le 20.

Vado in piscina. Arrivo
e per corsia ci sono 5 persone.
Mi fermo e penso: ma se mi rivesto, me li ridanno i soldi?

Aspetto calma.
Arriva altra gente
ma nessuno se ne va.
Passano 5 minuti
e l'acquagym del cazzo finisce.
Escono tutte e 15 le oche
e liberano 3 vasche.

Ok.
Entro.
Faccio la mia ora
e uscendo dalla piscina
mi scordo di docciarmi.
Va beh, tanto mi doccio a casa.
Mi riveste veloce
e penso a quanto sarebbe buona
la pasta che a pranzo ho dimenticato di avere fritta e ripassata in padella (ho pranzato con 3 pacchetti di crackers e un bacio perugina).. La fame aumenta.

Arrivo a casa con 2 necessità: fame e doccia.

Metto su la padella sul fuoco
e mentre aspetto che si scaldi bene la padella ne approfitto per rispondere a 3 sms.
Corro...la padella si arroventa...
Metto la pasta e già frigge...

Inizio a spogliarmi per docciarmi.
Ho la testa bagnata, anche se ho ancora il turbante d'asciugamano in testa.

La pasta è preonta ma brucia
e io devo docciarmi se no mi raffreddo...

Prendo la padella e la porto con me in bagno...mangio 2 rigatoni ma bruciano...poso la padella vicino alla doccia.

Apro l'acqua della doccia ed entro sotto l'acqua calda...

Fame.

Riapeo il vanodoccia e mangio 8 rigatoni insieme.

Doccia.
Mi si bagnano i capelli.
Fame.
Apro.
Altra pasta.

Doccia.
Fame.

Sposto la cipolla della doccia in modo laterale.

Prendo la padella
e me la porto
sotto la doccia.

Mangio la pasta con mezza me
sotto l'acqua.

Esco dalla doccia
ancora affamata.
Mangio 5 mandarini
ma metto su l'acqua per farmi altra pasta.

Calo.
100 g.
Apro la scatola di ragù
senz'aglio.
Calo la pasta mezza cruda.
La condisco.
E' buonissima.

Ninne...
Di

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page