2.2.08

"Roma"

Uscita dal Teatro Argentina,
dopo aver visto Maria Stuart,
ho deciso di tornare a casa a piedi.

Mi andava di camminare ancora,
di stare da sola con me stessa e Roma.

Roma, con le sue bellezze,
ha un grande potere: mi calma,
mi riduce ad un punto nella storia,
mi rilassa e ridimensiona.

E così mi sono incamminata.
Arrivo a piazza venezia e un fiume aereo di uccellini
sovrasta il cielo della piazza.

Si annidano, in centinaia, su uno o due alberi.
Le persone, i turisti, i passanti,
corrono, si coprono la testa per evitare
di essere beccati "al volo"...

Faccio il giro largo...
e vicino al Vittoriano
due pini...

Questi completamente spogli,
rivestiti dei soli "aghi"...

Salgo sull'autobus e sul retro dell'obliteratore c'e' scritto:
"il conducente non ne possiede le chiavi".

... ???


^____^

1 Commenti:

Alle domenica, 03 febbraio, 2008 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ma perchè ...... ora si paga anche per obliterare il biglietto?
Comunque .... se è così...... meglio evitare le rapine dei pezzenti !!!!
he he he he


un Gatto

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page