6.8.04

" Attimi indimenticabili "

Redigere questo blog, ma anche l'altro,
mi porta ad essere più attenta a ciò che mi accade.

MI porta a vivere più intensamente la vita.

A volte, mi accorgo di quello che mi accade,
e annoto la sensazione, il momento,
per poterlo poi ritrascrivere qui.

Altre, presa dai miei pensieri,
lascio che la vita mi scorra addosso.

Ebbene, ieri sono andata a mangiare con un amico
in un locale a via Tomacelli.

C'era una ragazza, giapponese credo.
Lui mi ha fatto notare che mangiava pane e formaggio
e beveva cappuccino, disgustato.

Io ho notato, di lei, la sua lentezza nel mangiare.
La lentezza nel gustare ciò che stava mangiando.
SEmbrava una geisha.
lentezza e attenzione al momento.
Mi ha colpita.

L'altro ieri invece ero sull'autobus.
Ero in piedi accanto ad un tipo seduto.
Il tipo apre una busta, Feltrinelli,
e ne estrae un libro.

LO accarezza, lentamente, lo guarda,
lo mira e rimira.
Apre la copertina.

Poi, lo chiude ed avvicina il libro al naso.
Per sentire l'odore del libro stampato.
L'odore della carta.

Un gesto così non poteva non colpirmi.

Oggi, sono andata a fare un colloquio.
Non se ne farà niente, almeno per adesso.
Ma la ragazza con cui ha parlato, aveva
grandi occhi grigi, vivi, attenti, puliti.

Abbiamo parlato e sembrava ci conoscessimo
da sempre.

Mi piacerebbe lavorare lì.

Ma per adesso, ancora niente...
Nel frattempo, scrivo...

Maggie

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page