8.3.05

" Anti Curriculum Vitae: II parte "

La maestra di tennis.
Il mio sogno, da diventare una grande
giocatrice di tennis,
si trasformò nel voler diventare
una maestra di tennis.

Già collaboravo con il maestro del Circolo.
E mi piaceva un sacco.

Avevo poi una predisposizione naturale
all'insegnamento ai bambini.

Ho tentato in tutti i modi.
Ho iniziato a fare i tornei
per ottenere la classifica minima
per fare il corso all Scuola Maestri.

Arrivai a C2, che, nel frattempo,
era diventato sufficiente.

Alla Scuola entravano solo i raccomandati.
Nonostante avessi già un ottimo bagagli tecnico
ai fini dimostrativi.
Nonostante avessi studiato.
Nonostante facessi già pratica.

Niente.

Feci due provini tecnici,
in due anni diversi, per entrare:
andarono benissimo.
Non entrai.

Litigai con mio padre
perchè rallentavo i miei studi
per fare la maestra.

Ci accordammo che mi sarei laureata
entro tre anni e lui però mi avrebbe aiutata
ad entrare, cercando la raccomandazione.

Io mi sono laureata. Lui non riuscì a
trovarmi la raccomandazione, forse.

Il sogno è andato via distrutto.

Tutto ciò che riguarda il tennis
ormai
per me
è cancellato.

Rimosso.

Eppure, per strada,
quando sono da sola,
accenno un dritto,
come a memorizzare
il gesto tecnico giusto.

Come fanno i giocatori
nel campo.

Accenno il movimento a vuoto.

Poi, la laurea ed il sogno di
fare la pubblicitaria.

Ma questa è un'altra storia.

^_^

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page