12.4.05

" Matrimoni in crisi "

L'ennesima persona che conosco
si sta separando.

Dopo 6 anni di matrimonio e convivenza
hanno deciso di lasciarsi.

Prima convivenza.
Poi, matrimonio in chiesa.
e adesso separazione consensuale.

Per adesso neinte giudici di mezzo.

ieri, invece, ho conosciuto una ragazza di 29 anni.
Madre di un bambino, convive da 9 anni,
non ancora sposata,
ma felicemente "accoppiata".

Mia cugina, sono 30 anni che convive
"per sempre" con un uomo.

Comincio a credere alla teaoria di
"Quattro matrimoni ed un funerale":
"Vogliamo nonsposarci per sempre?"

Consiglio, a chi deve sposarsi,
di convivere, perchè
la convivenza è un bel banco di prova.

Ma se si convive e non va,
magari non ci si sposa neanche.

Invece nel matrimonio,
si decide di affrontare insieme tutto.

Non lo so.

Mi consideravo una che
ormai è single da troppo tempo, di testa,
più che altro.

Eppure adesso, mi sento pronta,
forse, a limitare la mia libertà,
per condividere la mia vita con
qualcuno a cui voglio bene.

Non lo so.

La mia paura più grande è quella di essere
assorbita in un rapporto simbiotico,
in cui non riesca a stabilire limiti oggettivi.

Questa improvvisa consapevolezza
mi terrorizza...

Continuo a credere però
che il matrimonio sia per sempre.
e basta.

Forse è per questo che non voglio sposarmi,
a meno che, ovvio, io non ne sia convinta al 100%.

Mah...

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page