17.12.05

"Ho visto e ascoltato"

Sono andata a casa dei miei oggi.
Ho visto mio fratello litigare con mio padre.
HO sentito la stessa
rabbia e acido che era in me, in lui.

Ho visto come si parlano
e gli schemi comunicativi.

Ed ho parlato diversamente da loro.

Ed ho incontrato le resistenze di entrambi
nel cercare di voler instauirare una conversazione
meno infervorata.

A dun certo punto
mio padre parla.
Evidentemente mio fratello
ha negato con la testa
ed io ho sentito mio padre dire:
"se non ho nemmeno iniziato a parlare
e già dici no, stiamo messi male".

E mio fratello "ma se già la premessa non i sta bene
è inutile che ti faccio andare avanti".

Ho rivisto schemi e parole
miei.

Quando mio padre mi ha parlato
non ero in posizione "no".

Ero in posizione "ok: parla. ti ascolto".

Per la prima volta nella mia vita,
forse, sono riuscita a non preneder
ciò che i dice mio padre come
un consiglio o una critica
ma come quello che è: parole.

ieri sera, mentre ascoltavo un'amica parlarmi
di ciò che le capita, ad un certo punto ho capito
che dovevo "fermarla".
Ma non volevo farlo davvero, perchè sentivo
che aveva bisogno di sfogarsi.
Sono rimasta al telefono per altri minuti.

Ad un certo punto
ero stanca ed avevo sonno.

Ho iniziato a sentire
il battito cardiaco accelerare.
Mi stava salendo l'ansia.

Ho capito.

Dovevo "fermarla".

E così, malamente,
sono riuscita a dirle
"vorreei andare a dormire,
perchè domani devo svegliarmi presto"...

Credo d'aver capito quindi così che mi fa star male:
quando ascolto solo il bisogno degli altri
e passo come un caterpillar sui miei biusogni,
quelli legati a me.

Cioè, anche ascoltare la mia amica era un mio bisogno.
Il mio boisogno di avere una amica
e di esserle vicina.

Ma in me ho trascurato il mio bisogno
di dormire, di smettere di ascoltarla.

Ed ecco lì che mi sono fatta invadere.

Io credo che la rabbia, la durezza,
la cattiveria mi salga quando permetto ai bisogni
altri di sopraffarmi.

E l'unico modo per non farmi sopraffare
è imparare a difendermi comunicando
bene.

Il libro che sto leggendo
adesso è illuminante, anche se altri,
letti precedentemente sul tema,
mi hanno irretita lo stesso.

Evidentemente trovo nel dialogo
la soluzione ai miei probelmi.

--- ___ ---

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page