30.1.07

"Quando ho smesso di sentirmi figlia?"

C'e' stato un momento esatto
in cui ho deciso che non ero più figlia.

La decisone l'ho presa per rabbia, di sicuro
e avendola portata avanti senza colpo ferire
immagino quanta rabbia io abbia accumulato.

E' stato quando chiesi a mio padre di pagarmi
un corso di tennis per agonisti.
Lui mi disse di no, perchè diceva che non avevo
niente da imparare. A 14 anni.

Iniziai a lavorare per potermi pagare quel corso
e poi lavorai praticamente sempre, dai 14 anni in poi...

Credevo d'essere stata, grazie a questa mia indipendenza,
la figlia che avesse creato minori problemi,
pur avendo fatto esattamente quello che volevo,
e invece mi accorgo che sono stata la figlia
che ha creato proprio più problemi.
Non finanziariamente, ma sicuramebnte sì per gli studi
e per la mia "sistemazione"...

Quindi mi sento in colpa per due motivi:
- per aver fatto quello che volevo e essere arrivata al nulla (ad oggi ancora)
- per aver creato un sacco di problemi ai miei.

oggi rientro a lavoro.
Firmato il contratto co.co.pro.
per 2 anni. le condizioni sono
da ridere...

Firmato.

=___="

3 Commenti:

Alle martedì, 30 gennaio, 2007 , Blogger Fra ha detto...

Un paio di punti:
1)Dire che non hai combinato nulla mi sembra inopportuno. Sono sicuro, scusa le retorica, che l'occasione arriverà.
2)Il contratto co.co.pro. colpisce dappertutto, vedo. Spero che si trasformi, in caso di luogo di lavoro a te gradito, in un bel "indeterminato" o "ind.".
3)I single di Torino sono ammessi, ma io non so single e krepa non è di torino. Possiamo venire lo stesso :-)?

Ok, non erano un paio di punti ma tre. Scusassero.

 
Alle martedì, 30 gennaio, 2007 , Blogger krepa ha detto...

premessa...non è facile

tesi...mai abbandonare i sogni

svolgimento......vivi tutto al massimo finchè riesci

 
Alle martedì, 30 gennaio, 2007 , Blogger mae ha detto...

Già .. mai abbandonare i sogni.
Ed aggiungo mai sentirsi in colpa, hai fatto quello che volevi e dovresti essere felice per questo. Il lavoro purtroppo è un problema per molti e speriamo che le cose possano cambiare.
Mai abbattersi ... hai la tua vita, hai voluto la tua indipendenza, hai dato dei problemi? i figli perfetti non esistono, molti danno problemi ... fossero quelli i problemi nella vita. I tuoi genitori sono fortunati.
ciao :**

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page