11.4.09

"Come ai vecchi tempi"

Oggi ho notato che mentre dovevo fare
una cosa che ritenevo difficile o che non sapessi fare
mangiavo.

mangiare mi distrae, mi calma, mi dà la forza
per affrontare le difficoltà.

E così mi alzavo, mangiavo qualcosa e
mi risedevo e facevo quello che dovevo.

Oggi mi sono stupita per la prontezza con cui
ho saputo rispondere ad un tipo che mi accusava di essere rincoglionita.
E alla fine c'e' passato lui per rincoglionito.
:))))

E poi ho mangiato e mangio ancora tanto.
Sono grossa, gonfia, grassa benchè soda.
Ho paura di pesarmi.

Non riesco a smettere di pensare al cibo.
Non so a cos'altro io non voglia pensare.

Ieri sera ad A ho scritto un sms
in cui gli ho scritto che non dimenticherò
il primo bacio che mi ha dato, ne' quello che gli ho dato io
la sera della nostra ultima riconciliazione qui, in
questa cucina. Per me quei momenti sono stati magici.
Gli ho scritto che poi le differenze di ognuno di noi
ci hanno riportati alla realtà... ma quelli non li dimentico...

Nessuna risposta.
Spero sia buono come segnale inviato.
spero capisca che quando ci rivedremo
sarà per lasciarci, senza ripensamenti.

Certo, ogni volta che lo vedrò (ancora per poco credo)
non potrò non restare affascinata dal suo sorriso,
dal profilo destro che tanto mi ha irretita, o da quella schiena
che mi ha attratta... ma avrò tante altre cose a cui pensare
che lo caratterizzano... e poi occhio non vede cuore non duole...

:=))))

Mi preoccupa tutto questo mangiare.
Mi preoccupa tutto questo "bacino" e "fianchi" che mi vedo addosso.
Guardo gli uomini di sotto in su.
Non voglio mostrarmi nella mia (presunta) bruttezza.
Mi nascondo.

Eppure, tutta questa "possenza" è tutt'altro che invisibile...

già...

dimenticavo... Buona Pasqua!!!

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page