5.7.11

"Erickson"

Studiando e studiando
qualche cosa di interessante
la sto trovando.

In particolare, la teoria degli stadi psicosociali di Erickson
che ho trovato estremamente ragionevole e "possibile",
anche se non ho visto quali sono le applicazioni,
cioè come farebbe guarire le persone...

In ogni caso, in questo periodo,
mi trovo proprio nella fase della generatività o della stagnazione...
Ovviamente io di "fare figli" non se ne parla proprio...
e non per questo mi sento stagnante...
ma relativamente allo stadio in cui sono,
sì... sarà che ho passato "nel mezzo del cammin di nostra vita"
e quindi sto un po' facendo i conti con quanto ho realizzato
e cercando di accettare le cose fatte e non... le scelte fatte
e quelle giuste e sbagliate...

Insomma... io ho fatto due cazzate.
ho forse una, che poi m'ha rovinato la vita.
C'ho messo troppo a laurearmi.
Ho giocato a tennis.
Ho giocato a fare la maestra.
Credevo di fare la cosa giusta.
Mi sono impegnata tanto anche.
Mai avrei pensato di riuscire
a laurearmi. e invece ci sono riuscita.

Anzi no: ho fatto due cazzata e la prima l'ho fatta
prima della scelta relativa alla laurea:
l'ho fatta quando ho scelto di fare l'istituto d'arte
piuttosto che lo scientifico.
Secondo me, se avessi fatto il liceo,
l'"idea" tennis non mi sarebbe passata
neanche per l'anticamenra del cervello
e io poi avrei fatto l'uni nei tempi e con meno
difficoltà... non avrei lavorato
e non avrei rovinato la mia vita.

Dovrei accettarlo.
e rendermi conto che è latte versato.
che non ha senso incolparsi,
che non ha senso recriminare.

Ho rovinato la mia vita e adesso
sto cercando di recuperare, ma come?
prendendo una laurea che mi consentirà di lavorare
solo tra 8 anni... certo farò una cosa bellissima:
aiuterò chi ha problemi con l'alimentazione
o aiuterò chi vuole riuscire in uno sport oppure
... però sarà solo tra 8 anni...

Oppure farò il corso per diventare maestra di tennis,
che forse adesso me lo fanno fare senza bisogno di essere raccomandati...
ma posso fare la maestra di tennis a 42 anni?
e per quanti anni potrò farlo soprattutto?

Se non avessi avuto dei genitori che hanno messo da parte
tanto per comprarmi casa, starei con le pezze al culo
da anni... o forse, non avere casa, mi avrebbe costretta
a cercare una lavoro migliore?
non credo... :/

Tutto quello che ho realizzato
nella mia vita
è la casa che ho
e che non ho costruito io.

tutto il resto
non serve a fine ed è fine a se stesso...

Ormai è tardi per cambiare lavoro da dipendente.
Questo devo accettarlo.

Posso cercare un lavoro da libero professionista.
Ma quale? dovrei diventyare indipendente.
ma come fare?
con quale coraggio?

Tutto ciò mi rende triste e affranta,
ma ho un lavoro, uno stipendio,
una casa, sono amata e amo,
ho due splendidi gatti...

Posso lamentarmi?
le mie lamentele non sono realiste?

:/

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page