29.7.16

Mettersi alla prova

Adesso che non ho piú il pensiero del dover studiare, mi tengo costantemente occupata con un altro pensiero: resistere al cbo, agire da brava bambina.

Sono costantemente in lotta cobtro me stessa.

Certo che sento l'ansia...e piú la sento e piú aumenta...

Adesso c'è la fame d'aria che mi attanaglia; prima c'era la difficoltá a deglutire...

L'ansia si riflette sul corpo.

L'origine è questo conflitto maledetto, che mi porta a mettermi sempre alla prova.

Mi devo dimostrare che sono brava.
Costantemente.
Come se non fosse accettabile per me non esserlo o essere una "bambina cattiva".

Probabilmente, ho associato il mio valore al risultato e da qui a cascata deriva tutto il resto...

La mia autostima sale e scende in funzione dei risultati che conseguo: se nn mangio, sono (quasi) calma, se mangio ho l'ansia corporea.

Se ho paura di qualcosa, mangio.
Se mangio divento ansiosa.

Una vita di merda, che non è di merda solo se sono " distratta" da altro: lairo, tennis, chiacchiere.

Uso il cibo per gestire tutte le mie emozioni, per premiarmi e per punirmi.

A volte, mi stanco di lottare...a volte mi accorgo che sto lottando...

Raramente, riesco a fermarmi.
Ho il terrore di fermarmi...

Se non gioco a tennis, cosa posso fare?
Oltre a mangiare?
Leggere, ok...ma mi annoio presto...

Cosa mi piace fare?

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page