20.7.05

" Riunioni ed insicuri "

Sto entrando piano piano
nel mondo del mio lavopro pomeridiano.

Oggi è il 5 gg di lavoro lì
e ancora devo firmare il contratto,
ancora devo capire cosa devo fare.

All'improvviso mi ritrovo ad essere
la "segretaria" di un tipo... va beh...

In riunione, già si comincia, ci viene richiesto
di pensare ad un po' di idee per racimolare
studenti da far iscrivere alla università
per cui lavoro.

Tutto normale.
Brainstorming, si chiama.
Il tutto rinviato a lunedì, perchè ho il tempo di
farmi un'idea precisa su cosa devo cercare di ideare...

Insomma, finisce la riunione ed un "insicuro"
comincia a spiattellare tutte le sue idee al mio pseudo nuovo capo.

Io sto zitta.
Non ho idee e anche se le avessi non so nemmeno se sarebbero "centrate" quindi preferisco il silenzio.
Prendo nota, appuntoi, scrivo vcose da fare, dove cercare, in cosa documentarmi.
Ma sto zitta.

Il mio pseudo nuovo capo mi guarda come se si aspettasse idee anche da me.
NO: la riunione è tra una settimana.
Sono arrivata da 3 gg ma ancora non riesco a lavorare come si deve per una giornata.

MI sento a disagio sotto quegli occhi che mi chiedono di dire qualcosa, ma preferisco il silenzio.

E vaffanculo.

Così l'insicuro, che si è appiccicato al nuovo capo come una sanguisuga, ha fatto bella figura.
IO forse no.
Ma me ne frego, ecco.

Me
ne
fre
go.

^__^

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page