25.4.06

"Da Repubblica alle lacrime"

STamattina,
dopo aver fatto colazione,
ho comprato il giornale.
Repubblica.

Prima ho letto l'articolo
di Francesco Merlo.
Lo sai che mi piace da morire
come swcrive e cosa scrive.

E infatti non mi ha delusa.

Poi ho letto un articolo di
Giorgio Bocca.
Lui non mi fa impazzire,
ma leggere
l'articolo che ha scritto
sulla Costituzione,
sulla Liberazione,
sui partigiani
è stato toccante.

Toccante al punto che
ho letto l'articolo
con il classico groppo
in gola
di chi piange
ma non cede all'emozione...

Già stamattina,
con in braccio due mazzi di margherite
bianche, che ho preso a comprarmi da sola
per addolcire i miei risvegli,
mi avevano fatta
improvvidsamente
rendere conto
di quanto
di
quanto
io mi sebnta sola.

Di quanto abbia bisogno
di addormentarmi
vicino alla persona che amo
e di risvegliarmi
a fianco a lui.

MI sono resa conto
di quanto
di
quanto
abbia bisogno di amare
e di essere amata.

... e lì per lì,
mentre ci pensavo,
m'e' venuto da piangere.

Oggi sarò particolarmente
sensibile...
Chissà...

E così eccomi
all'internet point
alla ricerca di
lidi lontani.

Mi preparo per il mio viaggio
(cazzoguardatuse
quest'anno non parto!!!)
in Spagna.

Meta decisa
ed è già un gran passo:
Andalucia.
E forse anche Murcia.

Adesso raccol,.go tutte le notizie che
trovo in rete e poi mi compro
un bel libro.

Insomma, mi sento
sola
ma cerco di volermi il più bene possibile.

Voglio volermi bene.
Altrimenti non credo
di farcela a "tirare avanti"
così.

Già.

E' ora di volersi bene Maggie.

Perchè manco solo io a farlo.

=___="

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page