12.1.08

"Da sola"

E' un periodo che sto male da sola.
In casa, dico, perchè altrove non so neanche se esisto.
Infatti, a casa, quando sono da sola, per non pensare,
per paura di ciò che penserei, mangio.

Mangio per distrarmi da pensieri.

Oggi ne ho colto uno. Il mio futuro.
Ho paura del mio domani per la totale assenza di sicurezze di oggi.

Ho paura di cosa voglio fare con il lavoro.
Perchè mi sento persa e invece ho scelto una nuova strada
e me ne devo ricordare per tranquillizzarmi, perchè altrimenti
vado nel pallone. Voglio fare CRM. Sono sicura che potrebbe piacermi.
Molto. Da sempre sono brava a vendere solo perchè ho un'ottima
cura dei miei clienti e sono attenta alla loro soddisfazione.

Evidentemente questa strada non deve sembrarmi eccessivamente percorribile.
Altrimenti me la ricorderei più facilmente.

E poi non ho più alcuna consapevolezza del mio corpo.
Cammino continuamente sul lato della pianta del piede,
come per non far rumore.
la mia pancia si gonfia e si sgonfia, i miei fianchi si allargano,
le mie mani si gonfiano e gli anelli le stringono.
Non mi sento brutta, no.
Ma non so cosa sto diventando. Chi. Come.

Mi guardo allo specchio, il mio viso, cambia continuamente.

Il mio corpo sembra quello di una 28enne, il mio viso quello di
una 35enne, la mia testa quella di una 14enne.

L'altro giorno un tipo mi ha proposto di andare a Bali, questa estate, e di starci 15 giorni o un mese. che mi avrebbe ospitata lui. Dapprima, la cosa mi sembrava assurda. Poi è diventata sempre più tangibile. 1000 euro e 18 ore di volo.
Null'altro serviva. Serve. E poi se mi piace, resto lì. L'inglese non lo so bene, ma mi arrangio.
Lo spagnolo lo sto imparando...servirà a qualcosa no?
E cosa potrei fare poi lì? Una donna di 38 anni?

Ne ho già parlato, forse, ma il problema, il pensiero, torna.

In The Bucket List devi scrivere le 10 cose che vuoi fare prima di morire.
Quali sono le mie 10???

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page