20.6.08

"Due sogni"

Stanotte ho sognato che morivo.

Precisamente ero in macchina, a piazza Cina.
Non vedo una macchina che dovrebbe darmi la
precedenza nella rotatoria e mi viene addosso.

Non mi accorgo di nulla, se non che mi sta venendo addosso.

Non sento nessun rumore.

E' la fine.

Una grande pace mi invade.

Una pace così grande che mi sveglio.

La fine.

Poi mi riaddormento.

E mi ritrovo a fare il sommozzatore senza bombole,
quindi un apneista, ma non è vero,
perchè mi decido ad andare in fondo ad un lago
e trovo una caverna.

Sono contenta di me, perchè ho vinto
grandi paure per affrontare quell'avventura.
Ero andata anche da sola ed ho fatto
tutto da sola. E ne sono uscita viva.

Ma tornata in superficie mi accorgo
che nella caverna ho lasciato il mio necessaire:
il mio cellulare, le chiavi di casa e devo tornare
a prenderli, ma ho paura.

Ho paura di non riuscire di nuovo in quella sfida
contro me stessa. E per tutto il resto della mattinata
continuo a ritrovarmi nell'angoscia di dover
tornare "giù" ma ad aver paura
e a non andarci...

Mi sveglio.

Due sogni orribili.

Nel primo però la ricordo ancora
la sensazione della pace per la fine sopraggiunta.
Finalmente la pace.
me la ricordo.

Saranno tutti questi morti intorno a me.

Non so...

Sarà che pretendo così tanto da me...

Vorrei un po' di pace...

Già...

1 Commenti:

Alle mercoledì, 25 giugno, 2008 , Anonymous Anonimo ha detto...

io me so' sognato fabbretti che me diceva: non sono solito rivelare i posti dove vado con edoardo..........ma mo' chi e' sto edoardo sara' mica er dottorino T ?

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page