20.9.10

"Patapolla"

Per quello che dovrò fare domani sera
è stato necessario procedere all'annullamento di qualsiasi
barriera visiva presente nella zona interessata.

Per far questo ho dovuto avvalermi
della collaborazione del mio tesoro S,
il quale mi guardava con uno strano sguardo.
SEmbrava che si stesse facendo la barba,
ma che la facesse a qualcun altro.

La visuale complessiva
era poco dignitosa per me,
costretta a mostrare
ogni angolo remoto e più intimo della mia persona,
per fortuna a chi tali segreti li ha già svelati.

Non credo riuscirò
domani
invece
a restare indifferente
a chi invece
non ho mai visto
da "quel" punto di vista.

Sì, è pur sempre un medico.
per carità.
e i medici non hanno sesso.
va bene.

Eppure stavolta
mi sento pudica
e infantile.

Già questi cosi che devo togliermi,
a disboscamento effettuato,
ho scioperto essere di più
di quelli notati prima.

Questa invadenza silenziosa
e viscida è estremamente
"subdola" per la mia persona,
che attualmente ne soffre
e non poco.

Dovrò affrontare questa operazione
a cielo aperto...
un po' come quando vai dal dentista.
a bocca apertra
e quello che ti mette le mani
dappertutto in bocca
invadendola con attrezzi e trapani.
e tu devi stare zitto e buono
e neanche puoi muoverti,
perchè fai pure un danno.

domani mi tocca la stessa solfa.
con in più
il notevole imbarazzo della zona colpita.

Ieri sera
scherzando
dicevo a S
che la pelle
disboiscata
sembra quella
di un pollo spellato.
stessa sensazione.
stessa vista.

Ribattezzata "patapolla" ...

:/

mercoleì ho l'esame.
uhm.

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page