11.9.14

Perchè non gioco più a tennis?

Adesso lo so.

Essendo da sempre competitiva e orientata al risultato,
avevo preso, la vittoria, come un mezzo per ottenere riconoscimento e visibilità.
Il bello è che, per doti naturali, le vittorie sono arrivate sin da subito.

E così, fino a quando ho vinto, ero felice.

Poi, specialmente in condizioni di gare di squadra, dove la responsabilità e la pressione diventano maggiori,ho iniziato a perdere, a sentirmi sempre più impotente, a vedermi sempre meno riconosciuta, e alla fine schivata.

Ricordo bene cosa è accaduto: alla fine mi facevao giocare il doppio,
piuttosto che il singolo e questo declassamento mi ha fatto malissimo.

Nei tornei, dove ho sempre affrontato tutto da sola, e dove ho sempre pensato
di avere strumenti efficaci, ho invece perso, spesso, con avversarie al mio livello, ma più allenate.
ho così attribuito i risultati negativi non al merito delle mie avversarie ma come un mio demerito, a me come persona nella mia interezza e non come atleta, o meglio ex-atleta.

ed ecco che ho smesso.
neanche andare al club per giocare con i miei "vecchietti" mi interessa più.

Il tennis ha perso il suo fascino perchè avevo associato vittoria a valore personale.

Ovviamente, adesso è sconfitta-disvalore.

E a chi andrebbe di "sentirsi di meno" per giocare (e non è mai stato un gioco per me) a tennis?
Rischiando anche di farmi male?

E? I miei ex compagni di squadra hanno cercato di farmi la corte per un po',
ma quando hanno visto che ero intenzionata a smettere (adducendo scuse più che reali),
hanno smesso dicercarmi, convalidando in me la convinzione che ero loro "utile",
non voluta.

Peccato che nessuno abbia mai veramente creduto in me.
peccato che io non abbia mai avuto un allenatore bravo che vedesse me e il mio valore.
Solo uno c'è stato (caro Alessandro) e ha costruito tanto in me e per me,
ma non è stato sufficiente, purtroppo.

Che cazzo... che dispiacere...

In tutta la mia vita, da sempre, sono alla ricerca di riconoscimento.

Anche leggere un libro cretino in cui lui cerca lei, la vuole, mi fa piacere, perchè mi vedo e mi rifletto...

Merda...

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page