11.9.02

CONTINUA A STUPIRMI
==================

Ho appena terminato “ Manola “
di Margaret Mazzantini, del 1998.

Probabilmente e’ stato scritto prima di
“ Non ti muovere “, vincitore del premio Strega.

Un modo diverso di scrivere, un’altra voce,
ma continua a stupirmi.
Per la sua forza.
E’ un romanzo prorompente.
Scritto bene e di grande coinvolgimento.

Un libro che ho divorato in meno di tre giorni,
provando tantissimi stati d’animo.

Ha risvegliato in me emozioni la cui nitidezza
ho preferito lasciare morire nell’oscurità dei
miei ricordi meno felici.

Dapprima mi innervosiva e più di una volta sono
stata tentata di non finirlo.
Non perche’ non mi piacesse, ma proprio perche’
mi innervosiva.

Poi, al posto del nervosismo ha preso piede
una profonda curiosità. E tristezza.

E’ un libro strano.
E spesso mi sono domandata come abbia fatto
l’autrice a pensare a quelle parole e
riuscire evocare quelle immagini.

Mentre leggevo mi sono tornati in mente
dei vecchi brutti cartoni animati…

A volte e’ imbarazzante, quasi quanto
“ Tropico di Napoli “ di Peppe Lanzetta.
Imbarazzante per altri motivi, ma pur sempre
tale.

Immagini forti, che non possono non lasciarti
turbato… Due modi diversi, ma
estremamente efficaci…entrambi…
di raccontare due vite.

Vorrei poter parlare con lei, con Margaret,
dopotutto mia omonima.
Vorrei poter capire, chiederle come,
chi, dove ha pescato quelle immagini.
Non credo nella fantasia.
Credo in ricordi, in sogni…di cui vorrei
conoscere il segreto…
Vorrei poterle parlare.
Vorrei poterle scrivere.
Brava, davvero.

Al prossimo libro.

Oggi compro "La gallina volante" di
Paola Mastrocolo. Poi ti dico com'e' !

A domani,
Maggie

nb: avrai notato che non ho fatto commenti
sulla triste ricorrenza odierna.
Preferisco non commentare.



0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page