28.3.03

Riflessioni sulla diffusione della religione

<< Andate e moltiplicatevi>>.
Credo che fosse questo il Verbo di Gesu’, in merito.

Andate e diffondete la Parola di Dio.

Ma
1) non posso non pensare al rispetto altrui, prima forma
di Amore: l’amore professato da Dio;
2) non posso fare a meno di pensare alle Crociate, a tutte le forme,
oltremodo invadenti, di diffusione di una religione che offre,
in cambio di devozione e preghiera, un pasto caldo al giorno,
un letto, un tetto;
3) non posso fare a meno di pensare che, in nome di Dio,
sono stati perpetrati tanti e tanti delitti.

Il problema, però, non è cio’ che Dio ci ha insegnato,
ma quello che NOI abbiamo imparato.


Ecco: credo che una nuova religione possa avere
terreno fertile” quando ci sia ignoranza.

Per cui: i Testimoni di Geova, che, peraltro, trovo sempre
estremamente cortesi e mai invadenti,
trovano terreno fertile dove c’e’ ignoranza cattolica e cristiana.

Dove c’e’ un dubbio, esiste terreno fertile.

Ora.

IOnon ho molte certezze sulla mia religione.
Vado a Messa, lo sai e spesso ci vado anche mal volentieri.

Ma una cosa la so: che Dio, il Dio dei cristiani,
si chiami come si chiami [ e Dio non è un titolo ( semmai “dio” lo è )],
....Dio ci ha insegnato solo Amore.

Nuella di piu’ e nulla di meno.
Tutto cio’ che non è espressione di Amore,
non proviene da Dio, ma dall’uomo.

Non esiste una religione vera.

Esistono solo due cose da fare e, credo, fosse questo
che intendesse Gesù quando diceva "andate a moltiplicatevi":

1) ama il prossimo tuo come te stesso.
2) non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te.

Esiste solo questo.

Posso essere di qualsiasi altra religione,
ma se mi insegna questo, allora :
parliamo la stessa lingua.

La mia religione me lo insegna.

Buon week end,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page