2.7.03

Ma... Un libro... di che puo' parlare?


Un giallo, ma i gialli non mi piacciono.
Un romanzo di tipo:
- avventura;
- rosa;
- storie familiari;
- misti... giallo-rosa, etc...

Un saggio... ed io proprio non ho la materia giusta...
Una raccolta di racconti...e qui già potrei dare...

Che altro c'e'?

Continuo a scavare,
a chiedermi cosa posso "inventare" e
solo adesso
mi rendo conto che
le possibilità reali
sono soltanto quelle suelencate.

E, a questa cosa, non c'ero proprio "arrivata"...

Sono due o tre giorni che la mia "vena creativa "
sta lì a languire e
ad immaginare l'inizio di un
nuovo racconto da postare
ed eccomi al punto fermo...

C'era una volta un piede...
o C'era una volta un'impronta...
e poi ???

ma poi???

Non è la crisi della pagina bianca...
E' proprio che non so quale argomento affrontare...

L'amore?
Io?

Ma che devo ridere?

Eppure mi sembra che sia l'unica cosa su cui io possa scrivere...
semplicementente perchè l'ho vissuto...
O almeno credo...

E, non ricordo chi e non ricrodo dove, ma da qualche parte ho letto che...
ah sì... un cantautore ...diceva che si era ritirato per un po'
per poter vivere e poter, quindi, scrivere...

A questo punto io... che di vita vissuta ne ho ben poca
( soprattutto molta l'ho proprio buttata )
non posso che "inventare" sull'amore...
Che sia l'amore tragico, quello romantico, o quello illusorio...

C'e' solo un altro piccolo problema...anzi due:
1) c'e' una marea di gente che scrive d'amore;
2) il rischio di diventare la nuova Daniel Steel italiana?
O la nuova Sveva Casati Modigliani?

Uhmmamma!!!



0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page