10.9.03

" Il morbo di Parkinson "

Il morbo di Parkinson è quella strana malattia che, generalmente,
affligge persone non piu' giovani, inducendo tremore o stasi.

I farmaci, possono produrre due effetti:

1) la totale stasi.
I movimenti risultano pressochè impossibili, come se
la testa ordinasse, ma i muscoli non ubbidissero.

2) la totale mobilità.
I movimenti risultano incontrollati.
I muscoli fanno bel oltre quello che il cervello ordina loro.

Puoi , forse, immaginare, che effetto faccia
vedere queste persone in queste due fasi.

Nel primo caso, infatti, sembra di essere di
fronte a un bradipo.
I lineamenti del viso si "spengono", insieme alla immobilità
di tutti gli altri muscoli.

Nel secondo caso, l'energia che sprigiona,
i movimenti delle braccia , del busto, delle mani, del viso:
tutto rispecchia una mobilità, una perdita totale di controllo.
Se ti trovi vicino ad un parkinsoniano sotto l'effetto dei farmaci,
nella fase mobile, puoi arrivare a pensare a due cose:
1. è ubriaco.
2. tira calci e pugni e quando vieni colpito, involontariamente ovvio,
reagisci male. Insulti, lo colpisci a sua volta.

Entrambe le fasi suscitano, inoltre, la curiosità indiscreta
delle persone.
Non è normale vedere una persona muoversi in quel modo.

Quindi, se per strada ti capitasse di notare
- o una persona che procede lentamente
- o una che barcolla, ondeggia, non controlla il suo corpo, beh...

... non guardarla male, non pensare male.

E' SOLO un parkinsoniano.

L'ignoranza è brutta, ma la cattiveria lo è ancora di piu'.

Conosco, una donna con il Parkinson, e ci passeggiavo,
quest'estate, per strada.
Gli adulti la guardavano tutti come se vedessero un marziano.
Sguardi indiscreti, fissi, quasi cattivi.
Solo i bambini potevano essere scusati.
Tanto che una bimba, vedendo la signora, che tentavo di
"contenere" e sorreggere, vedemdola barcollare,
le disse:" massignora! maccheffai? "

La signora le sorrise e le disse " prendo la mira "...
:)
Come se, con tutto quel movimento, avesse voluto
solo azzeccare quello giusto...

Sono persone. Come te.

Baci,
maggie

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page