22.12.03

" Che volo!!! "

Ero sui gradini della Metro di Piazza dei Re di Roma.
Aveva piovuto ed avevo le scarpe di gomma.

Scendo i gradini che portano nella galleria sottoterra.
Scivolo, ma
riesco a restare
in piedi.
Miracolosamente.

Andavamo piuttosto di corsa, io ed xAsh
( alias Mister X, alias Patrizio, alias Cazzafrullo )
dal momento che dovevamo andare a vedere
un amico a teatro: "Killer show" al teatro 7
a via Benevento.

Sembrava pero' che tutto congiurasse affichè
io ed xAsh, a teatro, non dovessimo proprio arrivarci.

Usciamo di casa alle 16:45 per essere a via
Benevento alle 17:30. Era già tardi.

Mi accorgo di aver dimenticato il cellulare a casa.
Torniamo indietr, a casa.
Così, per scrupolo, vado a vedere dove fosse via
Benevento e mi accorgo, con un certo stupore, che
stavamo per dirigerci verso via Boncompagni...
vicino Via veneto, anzichè andare vicino a piazzale
delle Province.

Bene: cartina in mano ci dirigiamo verso la metro A
per poi prendere la B.

Nel frattempo si è fatto ancora più tardi.

Arriviamo alla metro, guardo xAsh.
Mi guarda: ha dimenticato il portafoglio a casa.
Bene!
Ok: i soldi fortunatamente li ho io.

In metro... e i biglietti? se non ha il portafoglio
non ha nemmeno l'abbonamento!
Infatti.
Cerca allora un posto dove vendano i biglietti.
A piazza Re di Roma non c'e' un tabacchi.
Io avevo solo cartamoneta.
Dove prendiamo gli spicci?
Si cammina, si cerca un bar.
A piazza Re di Roma non c'e' un bar.
Ci infiliamo a Via Aosta e allo Sweet way chiedo
di cambiare e la ragazza, Key, me li cambia.
Bene.
17:10. Non ce la faremo mai.

Faremo una figura di cacca con Roberto e mi ficcherò sotto terra.
Facciamo i biglietti nelle macchinette automatiche.

Bene: metro a fino a termini.
Arriviamo sui binari e troviamo i controllori...
ed io che stavo per proporre ad xAsh di far
non fare il biglietto!!!
:)))))

La metro arriva subito.
Ok, cambio. SI va alla metro B.
Ore 17:20.
Ce la possiamo fare.
Vedo un barlume di speranza.

Se la metro arriva subito, al policlinico sono due fermate.
Il teatro sta lì. Possiamo arrivare puntuali.

La metro non arriva.
17:24.
Non ce la faremo mai.

Eccola. Deo gratias.
Scendiamo.
Adesso cerchiamo via Benevento.
Ovvio che nessuno la conosca.
Allora cambio la richiesta di indicazione:
Teatro 7?

Ah, ok: a destra in fondo.

Chiamo Roberto. L’amico con cui abbiamo appuntamento.
E mi dice che il Killer show inizia alle 18.
( mentre impreco pensando: ma mi vuoi avvisare che
non è alle 17:30??? ringrazio il cielo che non mi abbia avvisata!!!)

Fiuuuuuu…..
Ah...meno male... credevamo iniziasse
alle 17:30, ma ci siamo persi...stiamo arrivando...

Troviamo il teatro. Ok.
Roberto sta arrivando. tutto ok.
Vediamo il Killer Show. Carino.
Un paio di orette scarse per una commedia in cui
Edorado ( attore e sceneggiatore), l'amico di Roberto,
fa la parte di un giudice con aspirazioni canore.
Comico, ironico, e con una morale importante.

Usciamo.
Piove
.
"Governo ladro!!!"

Io, però, ho l'ombrello in borsa.
Tiè!

Ci avviamo alla metro B.

Sai quando scendi i gradini della metro e piove,
c'e' quel momento in cui sei quasi dentro alla galleria
e devi chiudere l'ombrello?

Ecco, mi giro verso xAsh per vedere che lo
chiudesse non prima di avermi dato modo di arrivare al coperto...
e
STUTUTUNF!

Metto male un piede.
Scivolo.
Cado,
come un piombo,
di sedere,
sul sedere,
sui gradini.

Me ne faccio un paio scivolando, stunfstunf...
e mi fermo...Mi alzo immediatamente dal dolore...
Ahiiiiii...

Ma, mentre mi facevo quei due gradini,
mi torna in mente che, quand'ero ragazzina,
lo facevo per gioco, quello di scivolare da un
gradino all'altro cadendo pesantemente sul sedere...
solo che adesso per terra è uno schifo,
il capporto diventa uno schifo,
io mi faccio uno schifo...

Stunf!
Ahi!!!!

Piango, rido, piango, sorrido, piango...
mammachemmale....cacchio…oddio…
Rido, piango… mi sento una cretina totale


xAsh non sa che dire, che fare, ...
Non capisce se o quanto sto male.
Mi vede ridere e poi storcere la faccia dal dolore…

Io, tra l'imbarazzo ed il dolore, la consapevolezza
di sapere che una ragazza, dietro di noi, ha visto tutto...
Il cappotto bagnato, lo scivolone, lo spavento...
Mi giro e lei neanche sorride...meno male...:)))

Insomma...
un volo così
non lo facevo da anni!!!

Stamattina, mi sveglio e un dolorino al fondoschiena
mi ricorda della caduta...
ed un sorriso mi accompagna nel risveglio…...

:))))))

Buon lunedì!
Maggie


0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page