10.12.03

" La mostra di Toulouse Lautrec "
Vittoriano - Roma

Te l'avevo detto che volevo andare e ci sono andata.
A vedere la mostra, dico.

Innanzitutto, il biglietto: 9 euro che per me è tanto!
Non capisco perchè il National Gallery sia gratuito,
mentre il Vittoriano si fa pagare ed anche "caro"!!!

Poi.

La mostra è composta fondamentalmente dai famosi "nonquadri" di Lautrec,
cioè i manifesti per cui è diventato famoso.

Tra tutti "La ruota": una donna che fa la ruota su un palcoscenico,
mentre balla tipo il Can Can.

Bellissimo, appena entrati, "L'impiccato".
L'uso sapiente della carta o del cartone, accoppiato ad una china nera
e precisa, danno all'insieme una suggestione impressionante.

Quadri dipinti ad olio saranno stati meno di 10.
Bello il "Ritratto dell'uomo in frac", dipinto ad olio ed un altro
paio di quadri su tela, in cui si nota una certa vicinanza agli impressionisti.

Molto visi ritratti in versione caricaturale.

Le donne tutte brutte e gli uomini tutti con un naso lungo e pronunciato.

Eravamo io e due coppie che erano venute quasi
appositamente da Napoli per vedere la mostra e la delusione
non è stata poca.

La mostra effettivamente, ed al di là dell'aumento ufficiale di prezzo,
non era ben organizzata.

Insomma, se non ci vai non ti perdi niente...

Trovo che un quadro impressionista non visto dal vivo perda
molta della sua "luce".
I manifesti di Lautrec possono benissimo essere guardati
comodamente seduti a casa su un libro...

La chicca della giornata è stata una battuta
di una ragazza delle due coppie, la quale mi fa?

" Sai quali sono gli autori più amati? "
Le dico di no.
" quelli che hanno vissuto meno"
e perchè?
" perchè c'e' meno da studiare"!

Giusto no?
:)

E adesso mi manca quella a palazzo venezia e quella alle scuderie papali.

Buon mercoledì!

Maggie

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page