3.5.04

" Il moralismo "

Non è proprio una cosa di cui vado fiera,
ma io sono moralista e bacchettona.

E se mi leggi da un po'
te ne sarai anche accorto.

Il problema non è tale se
resta nella mia "sfera di influenza",
se, cioè, non fa del male a nessuno.

Oppure, non importa tanto, quando mi limito a strillare,
sull'autobus:
" andate più avanti"
a tutti quei deficienti che si fermano davanti alle
porte dell'autobus, strafregandosene di tutti quelli
che devono ancora entrare.

L'altro giorno, io, paladina della giustizia,
difensore dei deboli ad oltranza,
per poco non mi metto in mezzo ad una rissa
( ho visto 4 uomini contro uno...anche se poi
ho scoperto che quei 4 erano carabinieri...
peggio mi sento!!!) e avrei anche potuto
mettere a rischio la mia vita.

Mi spinge, dunque, oltre che ristabilire equilibri rotti,
difendere i deboli, attaccare e svergognare i cattivi,
alimentare il mio ego, dicendogli, così agendo:
tu non sei come gli altri. tu sei diversa, perchè
non sei indifferente,
non sei una che sta a guardare.
sei una che si da da fare,
agisce
di fronte invece a chi è capace solo di dire
"pace, pace"
ma poi,
se vede una rissa,
si fa i stracazzi suoi.

ecco.
Io sono strafiera
di essere una che non si fa i cazzi suoi.

io cerco il più possibile di mettermi nei panni dell'altro
penso il più possibile
e di evitare di fare a lui
cio' che non vorrei fosse fatto ame.

Mettersi nei panni dell'altro
ed evitare di fare a lui
ciò che non vorrei fosse fatto a me.

Mi rendo conto pero' che forse sto esagerando.

Il mio è puro egoismo.
Esattamente come credo che l'altruismo non esista,
perchè l'altruista è solo un egoista che ama farsi vedere altruista.

vebeh...

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page