26.4.04

" Il mio primo sorriso in tre giorni "

Già, l'ho vissuto proprio stamattina,
dopo aver passato un week end estremamente
diseducativo.

Stamattina, andando a lavoro a piedi e passando
davanti ad un angolo di prato
(sai vicino al Colosseo, su via dei Fori Imperiali, dove ci sono
quelle cartine cpon l'evoluzione dell'impero romano ecco..
la' sotto, non è tutto prato? ecco...lì...)
un piccolo tappeto di margheritine bianche, piccole ed allegre.
Bianche, pure, rivolte al sole, tutte, alla luce...

Belle che sono quelle margheritine... così "vergini " loro...

E l'amarezza di questi ultimi tre giorni è scomparsa di colpo,
anche se i problemi restano.

Già, perchè sabato mi sono scontrrata, in pieno, con
la stronzaggine della gente e con quella delle aziende e
dei razzisti.

Prima ho conosciuto l'avvocato che la mise in regola,
la madre della famiglia moldava,
per cui stiamo tutti cercando casa.

Ho scoperto che non agisce per altruismo,
ma per pietà. Per pena. Che non lo fa per gli altri , ma per se.
Ho sentito un moto di disgusto per un uomo, vecchio,
praticamente cieco, un uomo di cultura, così.
La vita non l'ha ammorbidito per niente.

La prima stilettata, ahimè, è giunta proprio da lui,
il quale, istigandoci alla menzogna o a mezze verità,
pur essendo avvvocato, si difendeva... si guustificava, dicendo
che erano menzogne dette per il bene di una famiglia
disperata senza casa.

La seconda stiletatta mi è arrivata quando
sono entrata in due filiali di agenzie immobiliari:
Toscano e Tecnoicasa.
Sarà stato un caso, ma come ho chiesto case in affitto per stranieri,
non ho fatto nemmeno in tempo a dire "stranieri"
che o tutti gli affitti erano presi o non avevano niente.
nemmeno il telefono mi hanno chiesto, come fanno tutti.
E lì non puoi non pensare male
(cioè pensa male, perchè sono stronzi!).

E infine, amareggiata del tutto, sabato sera,
io e la famiglia moldava abbiamo stabilito una nuova strategia:
da martedì, quando telefoniamo da Porta Portese,
diremo che:
1. cerchiamo un affitto per una famiglia di 3 persone
(omettendo che sono stranieri e che invece sono due coppie,
anche se due sono realmente fratelli);

2. arrivati a vedere la casa e/o con il proprietario,
se qualcuno mi chiede perchè non abbiamo detto che erano stranieri,
beh, se non altro voglio, ardo dalla voglia di fargli
fare una delle più grosse figure di merda della loro vita,
facendoli vergognare se oseranno dire che gli stranieri non gli vogliono.

Il primo maggio sono due mesi che stanno da me.

Sono così ingenua ed idealista
che questa cosa mi fa davvero male.
Costretta a mentire.
Mi sento costretta a snaturarmi.

E mi rendo conto che se il mondo è fatto di tanti pezzi di merda,
sono costretta, per questa volta, ad abbassarmi al loro livello.

Sono schifata, disgustata.

Ma ripenso a quelle margheritine bianche
e un sorriso nella mente
mi riporta alla serenità.
A quella purezza.

Mi abbasso al loro livello, sì',
ma solo per stavolta!


Buon lunedì!

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page