17.9.04

" Serata diversa "

ieri mattina, ho sfiorato l'uragano perchè sono arrivata
nei pressi dell'ufficio poco prima.
Ma ieri pomeriggio l'ho beccata in pieno.

Così, bloccata su via nazionale in attesa che spiovesse,
e infilatami in un bar al "calduccio"
ho atteso per un po'.

Cercavo, all'esterno qualche indiano da cui comprare
un ombrello e non ne vedevo.

mentre aspettavo, sento il barista chiacchierare coin un avventore
e il primo diceva che aveva appena comprato la cucina da ikea:
2000 € per 180 cm di cucina.

E gli brillavano gli occhi, perchè stava per andare a
convivere con la sua ragazza.

Lui era, il barista dico, un "beltoccodicarne" ma di una
"allamano" incredibile.
Alla pèersona con cui stava parlando ha offerto i pantaloni
impermeabili.
Alla sua ragazza ha dato un ombrello.
voleva darne anche uno a me.

:)

E allora ho pensato:
" sì, un ragazzo non solo bello fuori, ma bello anche dentro,
innamorato della sua ragazza, indipendente, lavoratore"...
ebbene sì: esistono!!!

^_^

Comunque, ad un cetrto punto, dall'altra parte del marciapiede,
ho visto un indiano con gli ombrelli.
MI sono sbracciata per attirare la ua attenzione
e...toh! Eccolo che mi vede!
Gli faccio gesto di venire da me perchè mi occorre un ombrello
e lui attraversa via nazionale e si fradicia passando nel
fiume d'acqua, ma rriva per vendermi un ombrellino.

Non mi sembrava vero che mi avesse vista... e con che
velocità è venuto da me!

Di fronte a tanta sollecitudine,
i 5 euro che gli ho dato mi sono sembrati una povertà...

Ho preso un bell'ombrellino verde (speranza)
e mi sono avviata verso viale cavour a prendere il 16.

Un po' bagnatina, ma poteva andarmi molto peggio,
sono arrivata a casa.

Io, Trottola e la mia casa.

Io, Trottola e la mia casa.

Certe volte non ci si rende conto di quanto si ha.

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page