1.6.05

" Ricordi che ritornano "

E' da quando lavoro per il tipo del pomeriggio
che, sempre più spesso, mi sento di tornare bambina.

In particolare ad un giorno in cui
chiesi
a mio padre di aiutarmi a fare dei compiti
di matematica.

Non ricordo bene perchè,
ma lui si spazientì.

Ricordo bene quanto quel suo spazientirsi
mi ferì.
Quella volta mi fece sentire stupida,
ed è una cosa che ho interiorizzato.

Devo aver interiorizzato, stabilendo
questa regola:

se chiedi, vieni trattata male e
ti senti stupida.

Quindi è meglio non chiedere.

Non credo sia un caso che
nella mia vita
io sia diventata "indipendente"
piuttosto precocemente.

Ieri, per l'ennesima volta,
sono stata rimproverata perchè
non ho chiesto.

Ma non avevo chiesto
perchè in precedenza l'avevo fatto
ed ero stata trattata male.

E così ho preferito non chiedere.

Certo è che non è piacevole
rivivere quello stato emotivo.

Questo individuo, in particolare,
destabilizza qualsiasi mio equilibrio,
seppur precario.

Tanto che stanotte ho avuto diversi
incubi in cui c'era lui che si mostrava
a volte impaziente, altre gentile e premuroso.

Tutti messaggi contraddittori a cui non credo.

Impressionante.

=_="

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page