23.9.07

"Emozioni"

Stamattina ero a Messa
ed ero al solito distratta.

Distratta da me, da ciò che ho intorno,
continuamente lontana
dalla logica del tempo,
degli anni che passano,
delle settimane, dei giorni.

Io che continuamente
sbaglio il giorno in cui sono.
Io che continuamente chiedo oggi che giorno è.
Io che continuamente però sono puntuale.
Io che scandisco le settimane in base ad eventi
certi: la prova di ammissione, il week end che si avvicina,
ma che, se inizio prima o dopo, mi si sballa tutto.

Ero a Messa, distratta, e
davanti a me una suora.

Era il momento del Credo
quando la suora si gira verso di me
e mi chiede:
"ma adesso è sera vero?"

E' anziana, ma non sembra poi così tanto.
Le suore non so come sembrano mantenere
meglio la pelle di noi altre...

e prosegue: "mi si sta scambiando il tempo".

Non avevo capito immediatamente la domanda
e devo averla osservata per un secondo di più.
Compresa la domanda le rispondo:
"no, adesso è giorno. è mattina".

China il capo e si rigira.

Una profonda e infinita tenerezza
mi è sgorgata alla bocca dello stomaco.
Il suo disorientamento e l'umiltà
della sua richiesta mi hanno completamente spiazzata.

Si rigira e mi chiede:
"e che ora sarebbe?"

Guardo l'orologio
ed erano le 9:50.
Un orario forse non facilmente comprensibile.
E così lo facilito in:
"quasi le dieci".

La suora si rigira e torna seduta.

All'improvviso mi sono rivista in lei.
Un sorriso ho fatto,
pensando che vorrei essere tanto più presente a me
ed al tempo che passo facendo le cose di fretta
contro un tempo che non conosco.

Come il Bianconiglio
mi sbatto di qua e di là
con la sveglia vicina
senza però avere
consapevolezza di me e del
tempo e di ciò che mi sta intorno.

Alzo gli occhi e osservo la chiesa
ed è bella. la guardo tutta intorno.
é tutta piena di mosaici moderni ma belli.
Guardo per aria e mi accorgo
e constato che quella chiesa
e molte (tutte?) le chiese
non hanno luce che filtri da fuori...
Sono ambienti bui in cui la luce
forse deve essere solo quella Divina...
Chissà perchè... Sono presente a questo luogo,
ora. almeno.

Mi ricordo il mio psicologio
quando mi diceva:
resti qui. non lasci che i suoi pensieri
la portini via dalla realtà.

Il tempo, le giornate,
i secondi
che scorrono.

Presenza.

BUona domenica
Maggie
nb: ieri sera un mio collega mi ha presentato un
amico, al buio. Mamma mia. Questa settimana tre
incontri. Di S1 nessuna notizia (ma non dispero)
e di S2 anche. Ma non dispero. Continuo a pensare a
M ... al suo comportamento davvero strano.
Ma non dispero.

5 Commenti:

Alle lunedì, 24 settembre, 2007 , Blogger Sabrina ha detto...

Non disperare, anzi... e non pensare a farti suora, eh??????


ps: Suor maggie no, proprio non ti ci vedo:))))

 
Alle lunedì, 24 settembre, 2007 , Anonymous Anonimo ha detto...

"Per te che è ancora notte e già prepari il tuo caffè, che ti vesti senza più guardar lo specchio dietro te, e poi entri in chiesa e preghi piano, e intanto pensi al mondo ormai per te così lontano".
I.P.C. (Il profondo citatore)

 
Alle lunedì, 24 settembre, 2007 , Anonymous Anonimo ha detto...

I.P.C. la vita non e' una canzone dacce un tajo please

 
Alle lunedì, 24 settembre, 2007 , Anonymous Anonimo ha detto...

...a far la suora no, ma la nostra Marghe ho l'improssione sia molto fumo e poco arrosto.....(leggi fra le righe: tromba un po' di piu'!)

u.t.p.

 
Alle martedì, 25 settembre, 2007 , Anonymous Anonimo ha detto...

s2 d4 affondato, ma che e' battaglia navale?

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page