19.7.09

"Coscienza"

Certe volte, a forza di stare nascosta,
a forza di cercare rifugio
nascondendomi
non mi accorgo di ciò che nascondo.

E ciò che è ancora peggio è che,
mentre me ne sto nascosta,
mi convinco
che faccio la miglior cosa
a nascondermi
perchè è meglio che gli altri non mi vedano,
perchè sono "brutta".

Non sono brutta,
ma mi sento brutta.
Mi giudico brutta.
Ma non dico solo brutta
fisicamente,
ma anche dentro.

MI sento brutta
in viso
nelle labbra
che invece nascondono
una strana morbidezza
nascosta dalla linea dura.

Mi sento brutta
e vedo le mia gambe ingrossarsi.
Il mio ventre "esporsi".
Il mio sedere diventare un po' più grosso,
ma non di molto.
Ma giusto quel di più che basta
per farmi vedere
bozzi, carne
in più.

Stranamente quando sto in piedi
invece
ho cambiato postura.

Ero preoccupata
da circa un anno (o due)
in qua, per uno strano atteggiamento
che assumevo: buttavo
tutto il peso del mio corpo
verso l'esterno,
e nei piedi questo era palese.

Invece ora è di nuovo
quasi centrato
o così mi sembra...

Ma la cosa che più mi ha "colpita"
è stato ciò che mi è accaduto ieri sera.

Avevo caldo.
Ed ero in camera mia.
Non ricordo esattamente come è accaduto
ma ho guardato il mio corpo.

E l'ho visto.

E il mio corpo mi piaceva.

Non lo trovavo affatto brutto o deforme.

E m'e' venuto da piangere.

Era come se mi stessi perdonando
per tutte le volte che l'ho nascosto
pensando che fosse brutto
quando invece è bello.

A suo modo,
nel mio modo,
perfetto.

E' strano.
E' come se,
dopo una vita che vai in giro in cappotto,
scopri che senza stai meglio.

So bene che non durerà.
Che domani sarò di nuovo a dieta.
Che tanto ci sto sempre a dieta.
Che sono stanca di dipendere dal cibo,
esattamente come sono stanca di dipendere
dagli altri.

Durerà poco.

Ma è stato bello
vedermi
e perdonarmi.

Per cinque minuti.

Magari domani o tra un mese
durerà 6 minuti...

Non riesco a capacitarmi
del mio rapporto con il cibo.

Oggi, stranamente, ero dai miei,
e non mi sono "ingolfata"
come faccio di solito
quando vado lì.

Sono tre giorni che mi gira in testa
il pensiero che mi dice:
"fermati e pensa a perchè mangi
come mangi"...

Ma non mi fermo.

Forse dovrei fare qualcos'altro.
Pensare qualcos'altro.

Ho un problema con il cibo.
E non so come uscirne.

...

11 Commenti:

Alle lunedì, 20 luglio, 2009 , Anonymous Anonimo ha detto...

A me sembrano tutti problemi sciocchi. Sei obesa? Sei deforme? Sei sotto peso? Ma che razza di problemi ti fai?
Francesco

 
Alle lunedì, 20 luglio, 2009 , Anonymous Anonimo ha detto...

sei proprio tu John Wayne

 
Alle lunedì, 20 luglio, 2009 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ho un problema con il cibo.
E non so come uscirne.


MAGNA DE MENO

 
Alle martedì, 21 luglio, 2009 , Anonymous Anonimo ha detto...

secondo me dovresti farti un po' meno pippe mentali. questo post è veramente stucchevole...
esci da questo trip mentale... non ne ha bisogno nessuno, te inclusa

 
Alle martedì, 21 luglio, 2009 , Anonymous Anonimo ha detto...

Io invece ti capisco!
Le persone che si piacciono si amano e non hanno bisogno degli altri per riconoscere a se stessi un valore. E per questo che sono tranquille serene, hanno un giusto rapporto con se stessi e con gli altri.
Ma chi da piccino o nella crescita ha dovuto conquistarsi l'affetto pensa che il proprio valore è condizionato, in altri termini dipenda o abbia bisogno del riconoscimento degli altri. Per piacere bisonga dimagrire, per essere amati bisogna essere buoni ecc. (fosse vero le donne più adorate spesso sono delle stronze incommensurabili!).
Ad ogni modo speriamo che questo ricentrare la vita su te stessa e sull'autonomia del tuo valore non duri 6 minuti ma tutta la vita e sia la fonte della tua felicità. Perchè te la meriti tutta!!!!
O ma sto compleanno????? Quand'è???

 
Alle martedì, 21 luglio, 2009 , Anonymous Anonimo ha detto...

19 agosto :)

 
Alle martedì, 21 luglio, 2009 , Blogger Salvatore ha detto...

anche io ho un rapporto complicato con il cibo. e mi sembra molto interessante l'approccio di una donna con il cibo se lo paragono al mio. io sono inappetente quando sono triste. posso sopravvivere, con qualche difficoltà, anche a periodi di digiuno di quattro giorni... bevendo acqua e mangiando quasi nulla. certo la mia salute ne risente. ma di mangiare non me la sento proprio. però, forse, qua ci vedo qualcosa di più profondo in questo rapporto con il cibo, da investigare forse con l'aiuto di qualcuno?
mah... ti lascio con la provocazione...

 
Alle mercoledì, 22 luglio, 2009 , Anonymous Anonimo ha detto...

salve sono il Dott. De Stronfolis, all' amico e all' amica consiglio buone dosi di Penetril da prendere almeno 2 volte al gg per 7 gg, nel caso sovraggiungano problemi di incontinenza possono prendere un blando inibitore come il Masturbal cps 3 volte al dì

 
Alle mercoledì, 22 luglio, 2009 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mi sento brutta
e vedo le mia gambe ingrossarsi.
Il mio ventre "esporsi".
Il mio sedere diventare un po' più grosso,
ma non di molto.


ALMENO LA VISTA TI E' RIMASTA BUONA!

 
Alle mercoledì, 22 luglio, 2009 , Anonymous Anonimo ha detto...

la vista e' la prima cosa

un saluto da Poca Luce

 
Alle giovedì, 30 luglio, 2009 , Anonymous Anonimo ha detto...

in effetti guardando la foto i tuoi 40anni li dimostri tutti

Al Piacino

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page