4.7.09

"Preso"

L'ho preso, ieri, al volo, il pensiero che mi turbava.
Ma che pur essendoci e fastidioso,
tendevo a non prenderlo in considerazione.

Riguatrda il mio lavoro.

Adesso come adesso io
npon saprei per quali posizioni
propormi.

Ero brava a fare una cosa
e cioè la web content manager
e adesso non so più se sarei altrettanto brava.

Ero brava nel web marketing,
ma adesso il mercato cerca solo
SEO o esperti di campagne Google
e io su questo sono rimasta indietro,
perchè il lavoro non me lo richiede più.

E quindi ecco il pensiero:
cambierei anche lavoro, ma in cosa cambierei?
Per cosa mi proporrei?
Ed ecco perchè la prospettiva di riqualificarmi professionalmente
facendo Psicologia per poi fare la libera professionista
diventa appetibile...

Libera professionista per diventare una coach, una trainer,
ma anche fare un sito web sul mio lavoro,
ma anche fare la psicoterapeuta, oppure la consulente
universitaria per l'orientamento in uscita
dalle medie e dal liceo.. perchè no?
Basterebbe, per questo, credo, la triennale...

Oppure, riprendere gli studi, nel senso di approfondire e aggiornarmi
su ciò che ho lasciato inditero:
web marketing, SEO, Google ad, .. non ci vorrebbe poi molto...
solo un po' di pazienza... e capacità di restare aggiornati...
Dovrei farlo con una certa velocità però...

E qui si apre un altro mondo di possibilità, perchè
potrei lavorare dove lavoro adesso e anche
mettere partita iva e essere anche libera professionista
cioè fare due lavori qualsiasi... due qualsiasi,
ma così smetto di vivere... e non è quello che voglio...

TRa tutte queste cose sopra, cos'e' quella che
mi piacerebbe di più fare?
Un po' per rifiuto del web, un po' per mancanza di voglia,
un po' ... boh.. fare content management e SEO
non sarebbe mica così brutto... anzi...

ma mi piace di più la possibilità di aiutare le persone,
di essere utile....quindi torno sul programma medio-lungotermine
con almeno la triennale di psicologia... e magari intanto fare qualche corso di approfondimento...

Ieri sera, con la mia coinquilina, ho fatto una specie di "scatto"...
sono quasi arrivata a livelli di intollerabilità estremi...
Prenderne due, al posto di uno, o una nuova e basta
ma farsi dare di più...? questa decisione è difficile da prendere altrettanto
quanto quella sopra... ne vorrei parlare con mio padre
e vedere se e cosa ne pensi lui...

Ripeto: ormai non poter stare da sola per me è un sacrificio enorme.
Enorme. Che voglio "vendere" a caro prezzo... e non così...
La prima cosa da fare dunque è chiedere un aumento.
Da 400 senza spese a 500 tutto compreso.
Che ne dici?

Sto cercando di migliorare la mia vita.

Ieri pomeriggio, mentyre ripensavo al
non piacere abbastanza ad un sacco di gente, mi domandavo,
fuori controllo, se mai piacerò mai abbastanza a qualcuno...
e mi ero già risposta che non mi era mai successo.

E invece no cazzo.
Sono piaciuta e non solo abbastanza, ma anche di più.
Ci sono stati uomini nella mia vita a cui piacevo e molto.
E vaffanculo!
certo, pochi.
Ma meglio di nessuno!

ADesso devo solo trovare quello nuovo a cui piacere tanto
e che mi piaccia tanto. altrettanto, meglio ancora.
se lo trovo, bene.
se non lo trovo, sticazzi.
no?

Ieri leggendo i commenti mi sono fatta due risate
e vi ringrazio... :

"Non credo che sia utile guardare a come si sta nel Burundi, però Marghe, la colazione fuori tutti i giorni a me pare un lusso se non si ha uno stipendio più che discreto, ecco l'ho detto.Ma d'altra parte ciascuno di noi si concede i suoi lussi anche quando non ha molti soldi, perchè coccolarci ci piace.Detto questo mi aspetto presto un post di quelli su aspetti schifosi dell'essere umano (tipo pus o catarro), arrivano sempre dopo tensione verso un uomo, delusione, post di lamentela su cibo e quant'altro.(Mi rendo conto di essere antipatico, ma è brutto vedere risorse sprecate a piangersi addosso un giorno sì e l'altro pure)exlurker"

Caro Ex lurker (che vuol dire?),
non ho mai notato la ciclicità dei miei post e devo dire sapere che c'e' qualcuno che invece la nota e "apprezza" mi fa piacere... Ho gradito anche che subito dopo avermi detto che la colazione fuori è un lusso, poi ti sei anche autorisposto: ognuno di socndede i suoi lussi.. già...
ma poi quando ho letto "risorse sprecate" e "piangersi addosso tutti i giorni" ... è sceso, ma non è andato giù e ieri sera mi sono accorta della rabbia che questa frase mi aveva scatenato...

Ma perchè?
sono una che si piange adosso tutti i giorni?
ma soprattutto: e se anche fosse?
Oppure: non posso almeno qui essere una che si piange addosso
quando nella vita di tutti i giorni non lo sono
e non me lo concedo? perchè mi hanno insegnato
a non lamentarmi, a darmi da fare, a pensare a me stessa,
a non essere debole?

Anche adesso, mentre scrivo, piango.
di rabbia.
perchè io sono così.
io sono così.
Così.
Ora.

Capisco che fosse un incoraggiamento e quindi non ce l'ho
con te, exlurker, ma mi ha fatto rabbia solo che qualcuno
mi volesse diversa da come sono... tutto qui....

Quindi, ... oggi pomeriggio vado da un dottore che fa anche l'agopuntura.
Prima visita gratuita e terapia di circa 40-60 minuti per 40 euro all'ora.
Mi faccio dire quante ore di lavoro ci potrebbero volere....
Non so perchè ma ho consultato un omeoptata e dice che potrei guarire con una cura siffatta, ma mi sembra che l'agopuntura sia, in senso meccanico, più efficace...
Se hai suggerimenti, consigli in merito... :)

Da doenica, che ho giocato a tennis, l'urgenza di trovare una soluzione
al tallone che ancora mi duole e tanto, è diventata ancora maggiore.
Non credo nella fisioterapia. e così ho passato tempo a cercare di informarmi
sulle medicine alternative, non convenzionali...

Sono fermamente convinta che tutto ciò è il frutto della mia postura sbagliata,
dovtuta a quella tendenza, che avevo già notato da circa un annio,
a buttare in fuori (verso l'esterno sulla pinta dei piedi) il peso del corpo.
(e infatti il fisioterapista mi ha detto di rinforzare la parete addominale
e ho deciso che da oggi farò addominali quotidiani in progressione crescente per circa un mese).
Mi ricordo, quando facevo terapia con lo psicologo reichiano che
era dovuto alla mia paura di cadere...

insomma, che tutto questo sia una psicosomatizzazione..
e quindi agopuntura o omeopatia il problema si ripresenta,
perchè la causa c'e' sempre...

Però intanto vado a sentire che mi dice,...

Che altro c'e'?...

Mi sento sola.
Ho quasi 40 anni.
Effettivamente ci pensavo ieri sera sono fortunata:
ho 40 anni, sono bella, ho un lavoro fisso, ho casa mia.
Ho una macchina, un abbonamento in un circolo di tennis,
un gatto stupendo, adoro il tennis, ... che per me è come l'amore e altrettanto necessario,
ho ho ho... ma anche sono una persona apprezzata
dagli amici, che ho e non pochi, dalle persone che mi vogliono bene,
che non sono poche...
... posso volere di più... oppure mi sembra che quello che ho
stia per crollare...

Piccoli problemi, piccole insoddisfazioni, mi stanno destabilizzando
come se fossero gigantesche...

L'intorrelanza per la mia coinquilina,
la nonstoria di P, il piccolo calo lavorativo a lavoro,
un libro che non mi piace, .. Evidentemente
non sono cose così piccole
se hanno una osì grande capacità di sconquassarmi...

IN ogni caso, si va avanti...
Vediamo come...

12 Commenti:

Alle sabato, 04 luglio, 2009 , Anonymous Anonimo ha detto...

Hai dieci anni a disposizione per poter ricominciare con psicologia e nel frattempo continuare a lavorare? Mi sembra un po' un' utopia.
Gianni

 
Alle sabato, 04 luglio, 2009 , Anonymous Anonimo ha detto...

piu' che un utopia me pare na cazzata galattica

sempiterno

 
Alle sabato, 04 luglio, 2009 , Anonymous Anonimo ha detto...

E' un impegno che richiederebbe un tale lavoro che non si può concepire come un passatempo o una delle cose possibili tanto per cambiare strada. Non funziona così.

Mara

 
Alle sabato, 04 luglio, 2009 , Anonymous stella-marina ha detto...

Fatti dare 500 euro senza remore: per la posizione della casa, per il fatto che tu non ci sei mai durante il giorno, la coinquilina ha una tranquillità e una comodità che a 400 euro è regalata... per il lavoro io proverei a farmi pagare di più per il lavoro che fai: tu dai un servizio di qualità a tutto vantaggio dell'università o magari chiedi di farti fare qualcosa in più... sei una risorsa preziosa e dubito che ti lasceranno andar via... In bocca al lupo! :) Marina

 
Alle sabato, 04 luglio, 2009 , Anonymous Anonimo ha detto...

Perché una non storia ti destabilizza? Se non esiste cosa ci pensi a fare?
Francesco

 
Alle domenica, 05 luglio, 2009 , Blogger Salvatore ha detto...

cacchio margherita... a volte è davvero difficile starti appresso. certo non ti conosco così bene, ma seguire i tuoi pensieri su questo blog è davvero complicato. in questo post addirittura hai destrutturato quasi tutto, casa, lavoro, amore.. cambiamenti radicali? Se davvero li vuoi, li devi fare. Abbandonarsi all'incertezza, davvero non serve. Bon courage.

 
Alle domenica, 05 luglio, 2009 , Anonymous Anonimo ha detto...

cosa e' : " la nonstoria di P " sarebbe un po' come la non vincita al superenalotto? la non immortalita' ? in pratica tutto quello che uno non ha e' una NON STORIA ? parli del nulla quindi

riflettere please

 
Alle domenica, 05 luglio, 2009 , Anonymous Anonimo ha detto...

Scrivi:
Ma perchè?
sono una che si piange adosso tutti i giorni?
ma soprattutto: e se anche fosse?
Oppure: non posso almeno qui essere una che si piange addosso
quando nella vita di tutti i giorni non lo sono
e non me lo concedo?

--> Cara Margherita tu, qui, ti piangi addosso, da un bel pezzo. Non posso sapere cosa tu faccia in real life, posso sapere solo cosa fai qui. Qui ti piangi addosso, rileggiti. Non credo ti faccia bene, non credo faccia bene a nessuno. O meglio, non fanno bene a nessuno i circoli viziosi e tu ci sei dentro, in un circolo vizioso, basta vedere le vicende che racconti da un po' di tempo.
Spero che non sia il mio commento che ti abbia fatta piangere. Io non ti voglio diversa da come sei (scusa sai, ma che mi importa?), dico solo che non stai bene e potresti stare meglio, magari abbandonando un po' di seghe mentali. Da quel che leggo nei commenti sono anche in buona compagnia ;)
Hai scritto, in quest'ultimo post, anche i tuoi successi: non sarebbe meglio concentrarsi di più su quelli invece di perdere tante energie per cercare di capire cosa passa nella testa di questi uomini satellite che poi alla fine non concludono mai niente?

Ex lurker (ovvero uno che prima leggeva soltanto e adesso commenta quindi non è più lurker ;))

 
Alle lunedì, 06 luglio, 2009 , Anonymous Anonimo ha detto...

= Ex spia ;)

 
Alle lunedì, 06 luglio, 2009 , Anonymous Anonimo ha detto...

"Qualora ti sentissi inutile e depressa ricordati che un giorno sei stata lo spermatozoo più rapido di tutti."
Altro che le tue partitelle di tennis !

 
Alle lunedì, 06 luglio, 2009 , Anonymous Anonimo ha detto...

Per ridere...."L'amore è cieco, bisogna palpeggiare." Coluche

 
Alle mercoledì, 08 luglio, 2009 , Anonymous Anonimo ha detto...

l' amore ce vede e' l' azzufunna che e' ciecata

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page