26.7.09

"Sorpresa"

Stamattina mi sono svegliata
ed ho avuto subito una bella sorpresa:
lo scaldabagno, appena fatto aggiustare,
si è già ri-rotto: piscia acqua e la pressione
è altissima!!!

Quando ho visto che c'era un problema
m'e' venuto da piangere.

Non è possibile cazzo che si sia già ri-rotto.
Altri 50 o 50 euro da buttare così...

Allora ho provato a far abbassare la pressione
come mi ha insegnato l'omono la volta scorsa,
ma non solo la pressione si alzata, ma l'acqua
ha iniziato ad uscire anche da un altro
rubinetto... e ha bagnato ovunque:
per terra, me, la carta igienica nuova,
... un casino...

Per fortuna (???) poco dopo, la pressione si è abbassata,
ma il pisciamento è rimasto, anche se in quantità minore.

Ho spento lo scaldabagno.
Speravo che tutto passasse.
Invece no.
E infatti mi sa che adesso lo riaccendo.

Ovviamente quando cazzo succede questa cosa?
di domenica vaffanculo!
quindi se continua a pisciare
mi toccherà alzarmi di notte,
solo io
perchè che lo chiedo alla ia coinquilina?
cioè sì posso anche chiederglielo,
ma tanto a me interessa che collabori alle spese
no che mi aiuti... anzi: a me interessa che mi aiuti in tutto...

Se un'altra persona mi chiede dove vado in vacanza
gli meno... oppure potrei rispondere che vado in vacanza
nell'azienda che mi aggiusta lo scaldabagno...

Sono disperata.

Adesso sobo anche indecisa se ritentare quello che ho fatto prima
e cioè se riaprire l'acqua per riabbassare la pressione o se lasciar stare tutto e aspettare
domani, cambiando la bacinella che recupera l'acqua che piscia lo scaldabagno...
l'indecisione deriva dal fatto che se è vero che dapprima esce un sacco
d'acqua di più, poi sembra che il problema si riduca...

Ma che ne so che è così che funziona????

Comunque adesso scrivo alla mia coinquilina.

Non ce la faccio a sostenere tutte queste spese da sola.

Mi rendo conto che anche lei
guadagna poco, come me.
Ma ho scritto bene: "anche"...
e quindi le devo chiedere di aiutarmi.

Poi scegliesse lei.

Rischierò di trovare qualcuno peggio di lei,
se se ne va...

... Mi sento una voragine dentro
che si allarga sempre di più...

...

7 Commenti:

Alle domenica, 26 luglio, 2009 , Anonymous Anonimo ha detto...

chiudi l' acqua dello scaldabagno, c'e' un rubinetto che lo esclude dall' impianto, la diminuizione probabilmente dipende che si svuota, poi si riempie di piu' e aumenta il flusso

ps dove vai in vacanza?

 
Alle domenica, 26 luglio, 2009 , Anonymous Anonimo ha detto...

"Ho spento lo scaldabagno": che tenerezza! La carta igienica potresti stenderla per farla asciugare

 
Alle domenica, 26 luglio, 2009 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ti ama o non ti ama ma perchè non convivi con un omo, magari che guadagna più di te e sa dov'è il rubinetto dello scaldabagno.
Sveglia!
E poi sembri un po stressata e' ora di andare in vacanza :)

 
Alle domenica, 26 luglio, 2009 , Anonymous Anonimo ha detto...

Voragine, voragine, manco le basi del mestiere: vieni da me a Ladispoli?c'è un Pullman a mezzogiorno...

 
Alle domenica, 26 luglio, 2009 , Anonymous Anonimo ha detto...

voragine si scrive con una sola G!

 
Alle lunedì, 27 luglio, 2009 , Blogger margherita ha detto...

ho corretto "VORAGINE".. sono permessi gli errori di distrazione? ;)

Meg

 
Alle lunedì, 27 luglio, 2009 , Anonymous Anonimo ha detto...

so' e rotture de palle che nn se reggono piu'

riborgopio

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page