1.10.15

essere in contatto con...

Essere in contatto è diverso dal fare focusing...
e sì, il felt sense è diverso da una sensazione fisica, è diverso dal contatto, è diverso da una emozione...

Sì... il filo conduttore è il corpo, che sento sempre più parlarmi, chidermi attenzione,
condurmi per mano verso scelte che sento giuste per me.

A me interessa stare in contatto, ma è tanto difficile.
Il focusing è un processo di comprensione dei messaggi del corpo, in relazione agli eventi della nostra vita.
é un po' come dire: sto in contatto con quello che sento e allora sono meno reattiva, ma se faccio focusing entro sul corpo e sul dove vuole portarmi se in quella reazione mancata avevo altro da dire/fare/ochissà...

Martedì sono riuscita a stabilire l'inizio di un processo nuovo a lavoro.
Vediamo se riesco ad apportare, alla mia vita, un cambiamento, una novità.

Io e tato andiamo d'accordissimo adesso che riesco a stare di più con lui...
Aspetto sempre che sia a prendere l'iniziativa e ad andare a vedere se possiamo sposarci;
sento un po' di dispiacere perchè vedo che "si scorda", ma non voglio forzarlo in nessun modo.
Sarà una sua scelta e non mia... :)

Il tirocinio per ora è un po' statico, sebbene molto faticoso.
andare lì mi costa fatica, non lo nego, e forse sono anche un po' delusa, ma
è presto per tirare fila di cose che sono appena iniziate...

E poi il tennis... ragazzi... giovedì mattina ho giocato con la sinistra con una adulta di 51 anni
e lei non si è accorta minimamente che giocavo con una mano diversa dalla mia...
e mi sono divertita un mondo!!!!
e poi sabato invece ho giocato con il solito nonnetto infimo e vedessi che robba... con la destra ovvio...ero nervosa perchè c'era mezzo mondo a guardarci, ma mi sono divertita tantissimo!!!
Sul 6-6 ci siamo d'accordo fermati...

Un tipo mi ha fermata e presentata ai suoi amici dicendo che sono forte, che gioco bene e che loro (lui no!) devono stare attenti ... :)))
mi sento un po' "diva", sì, ma mi sento addosso anche una grande pressione...

Con la destra se non entro sul rimbalzo mando la palla sulla siepe.
con la sinistra ho trovato il senso della distanza, usando la sinistra per trovare il ritmo.

Insomma... fichissimo e poi applico i miei "pensieri" di zen al tennis più che posso, con a destra e con la sinistra...

:)))

Infine, Olimpia e Leo: li adoro. Non come Shaky, lei è ancora indimenticata, ma senza di lei, riesco a vederli meglio e mi rendo conto quanto Shaky ne offuscasse la luce... che adesos brilla a tutto tondo...forse Leo brilla meno, ma a lui pensa anche tato... :)))

Mi sento energica, rifiorita, ...e finalmente è ottobre!
:)

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page