18.6.02

18/06/02

“ Bambini eroici ”

Oggi e’ il secondo giorno che vado al Villa Aurelia Sporting Club a tenere i bambini per i corsi estivi.

Devo stare lì dalle 7:30 alle 12:30 e fare due ore di lezione di tennis ai bambini .

Venerdì erano 20… oggi 35!!!!

E infatti tenerli e’s stata veramente dura…. Ma un evento di oggi deve assolutamente essere raccontato…

Oggi sono arrivati due bambini nuovi, due fratelli: il maggiore, Niccolò, 6 anni; il minore, Filippo, massimo 2 anni.

Niccolo’ mi chiama continuamente, dicendomi

“ Mi scusi, ma io in questa gara non ho possibilità…” o cose del genere.

Si attacca continuamente agli insegnanti cercando un sostegno che spesso non viene…

Il fratello piccolo Filippo, ripeto, massimo due anni, frequenta i corsi estivi, ma solo come presenza:
· e’ talmente piccolo che a stento regge una racchetta su misura per lui;
· e’ così piccolo che per fare la pipi’ ha bisogno di aiuto;
· e’ cosi’ piccolo che serve un insegnate solo per lui

Morale della favola: Filippo rimane un po’ in balia dei bambini stessi.

Filippo, a parte l’assistenza degli insegnati , non fiata mai; non piange; al massimo sorride. Non parla ne’ si lamenta.
Raramente ho visto bambini così piccoli essere cosi’ indipendenti… L’esatto opposto del fratello maggiore.

Beh… ad un certo punto mi accorgo che Filippo si e’ fatto la pipì sotto.

Me lo prendo in braccio e …scopro…che si e’ fatto anche la cacca sotto!!!!

Un “pugno” di cacca “sostava” nelle sue mutande, ma LUI…non ha detto “a”….

Ho messo la cacca in un bicchiere di platica trovato lì intorno e vado negli spogliatoi.

Mando a chiamare la madre e la madre lo cambia e pulisce.

Filippo non ha detto “ a “… UN MITO!

Nel cambio di gruppo vedo un altro bambino, anni 8, anche questo si chiama Filippo: ROTOLA su quattro gradini!!!

Va giu’ a pele d’orso…Accorro, preoccupatissima ( era chiaro che avesse preso qualche botta notevole ) e gli chiedo “ Filippo, fammi vedere come va…ti sei fatto male? “

Beh…questo Filippo e’ stato STOICO… Evidentemente dolorante,
mi ha risposto “ NO “ ed e’ andato via.

Il suo visetto nascondeva una smorfia di dolore, ma non ha fatto un fiato…

TOSTO COME IL GRANITO!

Spesso mi domando come facciano la madre ad avere figli così…

Mi complimento con i due Filippo…

A Domani,
ciao

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page