17.6.02

“ La gioia ”

Penultimo esame: economia politica II. La Sapienza di Roma.

Avevo deciso di fare Economia II anzichè politica economica e così,
dopo aver seguito per tutto l’inverno le lezioni del Prof. Padoan,
mi accingevo a fare l’esame scritto e poi l’orale.

Giuro, su quello che ho di più caro al mondo, che la mia preparazione era da 30.

Il Prof. era stato così bravo durante le lezioni che mi aveva fatto capire ogni singola cosa avesse spiegato.

Lo scritto però lo temevo e non poco…ma mi salvai….
con una domanda che presupponeva l’aver frequentato le lezioni
e così presi 17 e passai all’orale.

Non so se sei pratico di università, ma passare all’orale con un bel 17
non e’ che sia una benedizione.
Il professore tira sulle domande, perché mira a bocciarti.

Beh… mi fece 4 domande e risposi a tutte …bene!!!
E dico poco!

Il professore, con fare dispiaciuto, mi disse:

Mi dispiace signorina, ma non posso darle più di 21. Le va bene? “

Accettai e firmai, ovviamente, ma mi sembrò di aver preso 30 con la lode ed il bacio accademico!

Sapendo che era l’ultimo anno del Prof. Padoan alla Sapienza di Roma,
mi avvicinai e gli feci i miei complimenti per come aveva impostato le lezioni;
gli dissi che mi dispiaceva non poco il fatto che andasse via.

Uscii dall’auletta d’esame e corsi fuori.

Ero da sola, come in tutti gli esami che ho sostenuto, ma sprizzavo
allegria e contentezza da ogni poro!

E se penso che avevo deciso di fare economia e commercio solo per fare
economia politica, beh…finalmente il mio desiderio aveva avuto …vendetta!!!

Sì, perche’…ad Economia Politica I …presi 18!!!

:-)

Maggie
nb: trovi questo brano anche su www.willy-nilly.org

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page