21.7.03

" Quotidiani facili "

Un trafiletto su " Metro "
il quotidiano gratuito distruito a Roma
( tra gli altri City e Leggo ).

Cronaca pura.

Al massimo, l'articolo più lungo, occupa lo spazio di metà A4.
E ce n'e' uno solo in tutto il giornale.
E oggi è dedicato, con tanto di foto al prete irlandese,
a Barrichello.

Il formato del giornale è anche piu' piccolo di Repubblica.
28 pagine in tutto.
Ognoi pagina è circa 25x35 cm.

Va bene che ti serve per veicolare la pubblicità e quindi
deve essere un giornale gratuito e leggero.

E' vero che, da quando vengono diffusi questi "quotidiani"
mi sembra
che le persone leggano molto di piu' e siano molto piu informate
dei fatti. E solo di quelli.

Ma mi sembra anche vero che leggere esclusivamente
notizie di 5 righe
mi fa sentire tanto una capra.
A me, sia chiaro...

Quello che, a questo punto mi domando è:

chi diffonde questi giornali cosa vuole?
a cosa mira?
qual'e' l'obiettivo?

Abbellire una pagina di publicità con qualche notiziola
o
abbellire qualche notiziola con la pubblicità?

De facto, sull'autobus, 6 persone su 10, leggono questo
genere di giornale.

La cosa più bella, di cui mi accorgo solo oggi, è che su "Metro "
hanno messo anche le spillette al centro del giornale
per evitare che le pagine ti possano volare
mentre leggi una notizia...

Come se... ce ne fosse bisogno...

:SSS

A domani!
Maggie

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page