10.10.03

" Il disordine "

Nonostante all'apparenza io sembri "strutturata" e "MOLTOprof",
tutta tesa ad organizzare, comandare, fare, ordinare, programmare, pianificare,
etc etc... in realtà, credo, che il mio vero carattere
si evinca
molto semplicemente
entrando in casa mia.

L'ordine regna solo e soltanto il giorno in cui viene la
ragazza che fa le pulizie: la domenica, dunque.

Da domenica pomeriggio in poi, il disordine riprende il sopravvento immediatamente.

SE resto a casa per cena, ecco lì che sporco qualche padella, per cucinare.
Padelle e piatti che, immancabilmente, restano nel lavandino
o sul fornello, per almeno due giorni.

SE la domenica esco, allora, sul letto della mia camera
appare il primo "cambio".
E se l'uscita ha in se qualche aspetto problematico, tipo uscire con un ragazzo
o uscire con le mei amiche, ecco lì che, sul letto, si ammonticchia
tutta una serie di indumenti "in prova".

Ovviamente Trottola viene liberata dalla gabbia subito
dopo che le pulizie sono terminate.
Per cui, mentre circolo per casa, provandomi i vestiti per la serata,
Trottola mi gira intorno, corre, mi viene incontro, mi cerca e, nel frattempo,
mi scacazza un po' per tutta casa, disseminando il pavimento
di piccole palline nere.
Palline a cui do calci, che calpesto o
che raccolgo, ma sono così tante che, entro la domenica sera, hanno già
disseminato l'intero appartamento.

Poi inizia la settimana lavorativa.

Lunedì. Se esco allora i vestiti continuano a restare
sul letto ed aumentano ed i piatti continuano a restare nel vandino.
SE non esco allora forse, eddico forse, lavo i piatti. Forse.
Pero' siccome resto a casa e devo prepararmi la cena ne sporco altri.

Il martedì ed i giorni seguenti non sono che una copia del resto.

Arrivo al sabato. Giorno in cui, la mattina devo:
1. mettere a posto gli abiti usati, organizzare la
lavatrice, piegare i panni
della lavatrice precedente, metterli a posto, fare la spesa
e mettere a posto la spesa, andare dal fruttivendolo, etc.
per cui il sabato mattina è dedicato a mettere a posto,
ma il disordine si ricrea subito dopo
.
Anche lì.
Il sabato pomeriggio lo dedico alla scrittura.
Per cui "scasino l'ambaradan" del pc, dei libri, degli appunti,
del floppy, del blog, etc etc...

Insomma... de facto, se un po' d'ordine era stato ristabilito, ecco lì che tutto torna nel caos piu' completo.

Trasgredisco in pochi modi io, alla mia vita "strutturata":
1. dico parolacce;
2. mangio in piedi;
3. sono al limite del caoso in casa.


SE mio padre e mia madre vedessero casa mia nei giorni feriali,
mi diserederebbero!!!

Buon week end!!!!

Maggie
nb: FORZA NAPOLIIIIIIIIIIIIII... :)

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page