1.12.04

" Le invasioni "

All’inizio c’erano solo i marocchini.
In spiaggia, per strada, braccialetti e tappeti.

Poi i cinesi.
All’inizio erano solo ristoranti.
Ovunque ti girassi, vedevi cinesi solo nei ristoranti cinesi.
Poi, si vedevano ristoranti cinesi ogni cento metri,
ovunque ti girassi.

Poi è stata l’era dei rumeni.
Ce ne erano ovunque.

Poi i polacchi, tutti ai semafori.
Adesso sono tutte imprese edili.

Poi è stata la volta dei neri che
vendono i CD.
Ovunque.
Adesso vendono anche giochi e film.
Ovunque.

Poi di nuovo i cinesi.
Poi è stata l’era dei negozi di bigiotteria.
Uno ogni cento metri e dietro le casse, seduti, sempre loro:
i cinesi.

Poi è stato l’avvento degli indiani.
All'inizio erano solo venditori di ombrelli,
di quelli che quando ti servono non li trovi.
Poi, erano solo Infocenter/Phone center/internet point.
Oppure nei ristoranti indiani tutti in Via dei serpenti.
Adesso li trovi anche imprenditori alimentari:
nel mercato della frutta vicino termini ce ne sono
a centinaia, tutti dietro ai banconi.

I clienti sono tutti extracomunicatari, cinesi compresi.

E adesso siamo all’era dei cinesi imprenditori
d’abbigliamento.
Dietro Termini, in via principe amedeo,
ce ne sono a migliaia, ogni 20 metri in media,
di negozi di abbigliamento.
Tutti uguali.
Anche dentro.

Ma… tutta questa roba…ma chi se la compra????

E stamattina?

Un nero che acquistava un ombrello dagli indiani.

^_^

Buon mercoledì!

Maggie

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page