7.11.03

" Routine della mattina "

Sai bene che la mattina
uscita da casa
la prima cosa che faccio
è
fare colazione al bar sotto casa.

Tutta accaldata,
esco nel fresco
della mattina
e mi prendo
il mio buon cappuccino caldo.

C'e' un effetto,
che ogni anno, ogni giorno,
ogni mattina, nel periodo autunnale,
compare sempre.

La goccia di mucciolo delle otto.

Sisì...hai capito bene.

Il mucciolo.
Quella goccetta di "muco"
che il naso "secerne"
quando il corpo
attraversa
sbalzi di temeperatura.

Il bello è che è
impossibile non soffiarsi.

Più non ti soffi e più tirisù!
Più tirisù
e più la goccia diventa
insostenibile
e, rischi,
di ritrovarti
con la goccia che
pende
sulla punta del naso.

Occielo... potresti anche evitare di usare
il fazzolettino
se "la prendessi "
in tempo.
Con le mani, già.
Una strizzatina veloce,
senza che nessuno ti veda.

Ma spesso la pigrizia
si abbatte
su di lei,
dico la goccia,
e quindi
ti ritrovi
a cercare
affannosamente
un fazzolettino
in borsa
o nelle tasche della giacca
e che
immancabilmente
non hai a portata di mano.

La "goccia di mucciolo"
imperversa
quindi
da quando metto piede
fuori casa
fino al dopo cappuccino.

A volte imperversa anche di più.
Soprattutto quando decido
di farmi una passeggiata
e prendere l'autoibus
un po' più lontano dalla solita fermata.

In questi casi, addirittura,
la famigerata "goccia"!
scende anche più volte
dopo
essermi soffiata il naso.

Già...

La soluzione è semplice:avere
a portata di mano
un fazzolettino di carta.
Ovvio.

ma quando ce l'hai
è
la volta buona
che la goccia
non si fa viva.

Bastardaaaaa!!!

va beh... scappo...
Mi cola il nasoooooooooo!!!!!

:)

Have a nice week end!!!!

Maggie
nb: FORZANAPOLIIIIIIIIIIIII!
:)

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page