3.11.03

Week end da paura

Scherzo, ma mi sono persa più volte in questo week end
che negli ultimi 5 mesi!

Che io non abbia una grande conoscenza di Roma
è cosa appurata.

Ma sabato sera, per raggiungere mio fratello sulla Palmiro Togliatti,
superando la Roma l'Aquila, ci siamo persi come due
pivelli, io e Mister X!

Insomma, da San Giovanni prendiamo la tangenziale.
Ero convinta, come lo sono ancora, che dalla tangenziale
ci sia una uscita apposita per la Roma-L'Aquila.

Quindi indico a Mister X, alla guida della sua macchina,
"sicura" le strade da fare.
Oddio...potevamo anche andare a prendere direttamente
la Palmiro Togliatti da Cinecittà,
ma se non si rischia un po', se non si cambiano i percorsi,
se non si tenta l'avventura, ogni tanto, che gusto c'e' a vivere?
male che sarebbe andata ci saremmo persi, no?
E Mister X sembrava estremamente fiducioso delle mie
indicazioni, per cui via!

Arriviamo sulla tangenziale.
Non lo so, ma credo di essermi distratta, perchè l'uscita non
la vediamo. Continuiamo o ad andare avanti, e troviamo una
uscita Tiburtina.
Dico "no: sono sicura che c'e' un'uscita Roma L'aquila!
andiamo avanti" e Miste X mi da retta, per bene.

Insomma, arriviamo all'uscita Nomentana e mi rendo conto
che abbiamo sbagliato!

Mister X prova a chiamare un suo amico per farsi dire
la strada ed io gli dico “ e dai! ce la possiamo anche cavare
da soli no”?
Mister X chiama lo stesso. Il suo amico però non risponde.
Si continua da soli!

Usciamo alla prima utile, Nomentana appunto.
Chiediamo e ci reimmettono sulla tangenziale
in direzione San Giovanni.
Quindi ci eravamo distratti! MI ero distratta!

Arriviamo ad un certo punto e ci riperdiamo.
L'indicazione Roma l'Aquila non la vediamo.
Sconsolati proviamo a chiedere e becchiamo una bellissima
coppia di vecchietti che ci dice di seguirli.
Bellissimo. Quando mi dicono "seguimi" io seguo cecamente!
E così abbiamo fatto.
Ad un certo punto,
in piena curva, in mezzo alla strada, il vecchietto si ferma.
Ci chiede di accostarlo.
Accostiamo. Ben sapendo che se ci becca una polizia
stradale altro che punti ci levano!!!
Crediamo voglia darci altre indicazioni perchè sta per lasciarci
e invece, mentre le macchine dietro ci suonavano e io credevo
che ci avrebbero travolti, il vecchietto ci da le indicazioni e
ci invita di nuovo a seguirlo.

Ma come?
Perchè darci indicazioni se possiamo ancora seguirlo?
mah... Ah…nel caso in cui l’avessimo perso seguendolo!
Ma non lo seguivamo eccome!!!

La strada era complicatissima, le macchine dietro che
ci strombazzavano aumentarono quando il vecchietto si
reimmise nel traffico senza nemmeno la freccia.
Mister X che seguiva il vecchietto tutto attento a non perderlo,
perchè le indicazioni che ci aveva dato non erano per
niente chiare...

POi, si riferma.
Oddionò!
Di nuovo, in piena curva... ma questo è matto!
Ci travolgono, penso!
...
Il vecchietto, con tutta la calma e la gentilezza di questo mondo,
ci dice che deve girare e che noi dobbiamo andare lì, poi la,
poi girare e superare il ponte etc... Ringraziamo, increduli che
la macchina del vecchietto non abbia "bozzi" dappertutto,
visto come guida...

Ok., siamo soli.
La so questa. Mi ci ero già persa.
E' dove la Roma l'aquila incrocia la Prenestina e continua,
verso Roma centro, sulla Palmiro Togliatti, ma se non stai
attento e sbagli ti perdi.

Ci siamo persi di nuovo, infatti.
Convinti che arrivassimo sulla Palmiro Togliatti ci siamo
ritrovati... sulla Palmiro Togliatti!

Che culo!!!

Quell'uscita è un incubo!

Insomma. Adesso era fatta. Secondo semaforo a sinistra,
prima rotatoria a destra e poi saremmo arrivati.

Seguo le istruzioni e ci riperdiamo.
Mi guardo intorno e non mi sembra proprio che sia quella
la strada giusta.
Casa di mio fratello non è da queste parti.
Ricordo perfettamente che la via era dritta e non piena di
curve come quella che stavamo attraversando.
Insomma, proviamo a chiedere.
Piove e in giro non c'e' un'anima.
Becchiamo una famigliola, ci fermiamo e ... non sono di
quelle parti.
Ovvio!

poi becchiamo una coppietta. benissimo.
Il tipo ci vede scettici e ci spiega due volte la strada.
Ci dice di costeggiare il cinema e di prendere la seconda
a sinistra.

Ok, ci avviamo. Mi sa che sbagliamo strada perchè non vediamo
nessun cinema.
Non so come, non so perchè ma finalmente scopriamo che
facendo il giro sbagliato abbiamo di nuovo azzeccato la strada.

Che culo!!!!

Del cinema nessuna traccia, ma l'importante è il risultato no?

Arriviamo a casa di mio fratello sani e salvi.

Narrando la nostra Odissea e di quei gentilissimi vecchietti
che ci hanno accompagnati,
scopriamo che il cinema ...era quello crollato pochi mesi fa!

:DDDDDD

Buon lunedì,
maggie


0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page